lunedì 15 giugno 2009

Turismo: Anno zero!


Nessuna classe politica e dirigente è riuscita a trasformare una vera e grande risorsa che il nostro territorio possiede, in ricchezza economica, sociale, occupazionale e culturale.
Siamo allora all'anno zero!
E’ questo il responso, clamoroso sino a un certo punto, di una sessione sondaggistica con cui l’associazione VOX POPULI di Gela ha voluto sondare l’umore della città rispetto alla capacità del territorio di promuoversi e di fare turismo.
Si continua a fare turismo spontaneo e non progettato...
Il giudizio sul grado di cultura dell’accoglienza mostrato a vario titolo dagli operatori economici, ha palesato un risultato incontrovertibile: tutti ad esprimere un parere negativo per come viene offerta l’immagine della città.
Tutti ad auspicare una nuova vocazione turistica della costa gelese e l’assoluta necessità di provvedere a modificare l’impianto socio-economico per puntare a un modello di sostenibilità che, a partire dalla valorizzazione del patrimonio archeologico e naturalistico, facesse da volano ad una rinnovata ed importante ripresa economica .
È l’ennesima dimostrazione di come, se davvero si volesse rendere Gela competitiva rispetto alle altre mete turistiche siciliane e non solo, si dovrebbe necessariamente cambiare marcia.
“Prima tappa, obbligata e fondamentale, offrire a chi sceglierebbe la meta locale un ampio ventaglio di cortesia, disponibilità e convenienza –afferma Massimiliano Tuccio, presidente Vox Populi. Si deve creare sinergia tra il Comune, la Provincia la Regione e gli imprenditori del settore, affinché il turismo produca, nel rispetto dell’ambiente, ricchezza ed occupazione.
Non è più tempo di viaggi promozionali o gite turistico-istituzionali senza un disegno concreto e strategico di sviluppo del territorio.
Non è più tempo di sprecare risorse ed energie
.
E, soprattutto, non è più tempo di aspettare: il territorio in cui vogliamo vivere domani lo si deve costruire adesso.
La responsabilità è di tutti: amministratori locali, imprenditori, operatori turistici, operatori economici, operatori sociali e culturali e aggiungo anche di noi cittadini.
Ognuno per la propria parte di responsabilità.
Non c’è mai stato un piano innovativo e concreto di promozione turistica, di comunicazione dei beni e degli eventi culturali”.
Abbiamo una sola terra da condividere: non basta stare a guardare.
Noi crediamo fermamente nelle risorse di questo territorio e nella sua vocazione turistica.

7 commenti:

Kiko ha detto...

(ANSA) - GELA (CALTANISSETTA), 17 GIU - I carabinieri hanno individuato al largo delle coste di Gela, nel sud della Sicilia, un sito archeologico sottomarino. E hanno recuperato numerosi reperti archeologici di epoca romana, bizantina e greco-ellenistica. I reperti sono stati recuperati in una prima ispezione nel sito e sarebbero solo una piccola parte del cargo di una nave greca, romana o bizantina che i militari stanno cercando di individuare nelle acque gelesi e altri punti del Canale di Sicilia.

di questo e di molto altro si potrebbe vivere a Gela ...

fabio pass.. ha detto...

purtroppo a i nostri imprenditori ed i nostri politici non sono culturalmente preparati per vivere di turismo.ONESTAMENTE anche i cittadini non sono pronti per vivere di turismo,basta vedere come sporcano le spiaggie fregandosene del territorio.

peppet ha detto...

perchè date sempre la colpa di mancanza di cultura o incapacità agli altri? se avete delle buone idee perchè non le realizzate voi?
è tipico gelese lamentarsi stando con la pancia all'aria perchè a tutto devono pensare gli "altri" che sono incapaci ed ignoranti mentre voi uomini di cultura e capacissimi di fare tutto preferite grattarvi la panza e lamentarvi.

Gianni Marchisciana ha detto...

Bravo Peppe T.
Hai colto nel segno!
Facile lamentarsi e lasciare che siano gli altri a risolvere i problemi, mentre si sta comodamente seduti davanti la tv o al bar a (s)parlare di tutti e di tutti. Proviamo a rimboccarci le maniche e a cominciare a fare qualcosa noi per primi!
Fin dall'inizio di questo Blog mi sono battuto per la politica del FARE anzichè del LAMENTO!
Si d'accordo, abbiamo capito che è tutto uno schifo... MA CHI SA CHE E' UNO SCHIFO E NON FA NULLA PER CAMBIARE LE COSE HA LE STESSE MEDESIME COLPE DI CHI QUESTO SCHIFO LO HA CREATO!!!
Se più di un anno fa anch'io l'avessi pensata così... QUESTO BLOG NON SAREBBE MAI NATO!!!
E Gianni Marchisciana non si sarebbe mai battuto per far venir fuoi il marciume che ci circonda, ne si sarebbe battutto per le numerose iniziative partite da questo blog!

Ho una proposta: domani stesso andrò a chiedere un colloquio con l'on. Federico presidente della provincia di Caltanissetta. Voglio parlare con lui per sapere quali progetti ha in itinere per quando riguarda il comparto turistico della provincia, e per sottoporre alla sua attenzione alcune mie idee. Chiunque voglia accompagnarmi a questo incontro... sa dove e come trovarmi! Anche tra le pagine di questo blog.
SMETTETELA DI LAMENTARVI E BASTA... COMINCIATE A SPORCARVI LE MANI PURE VOI!

peppet ha detto...

io lancio una proposta,
tutti i candidati che l'anno scorso scrivevano qui che fine hanno fatto? qualcuno di loro è effettivamente diventato consigliere provinciale, cosa hanno fino ad ora proposto?

Gianni Marchisciana ha detto...

Peppe T. proverò a contattare qualcuno di loro x fargli qualche domanda.
P.S. Oggi non è stato possibile contattare l'on Federico, la prox settimana lo contatterò e gli chiederò un incontro: chiunque voglia unirsi si faccia avanti.

peppet ha detto...

non si trova mai, almeno lavora