giovedì 25 settembre 2008

Gelacontro: ecco un film già visto...

In Sicilia la famiglia è una cosa importante, sta alla base della nostra società.
E quando la famiglia è numerosa, si sa, le abbuffate sono più ingorde.
E a questa legge non scritta poteva mancare il nostro governatore?
No di certo: non sia mai farsi oscurare dalla fama del suo predecessore....
A parole annuncia rivoluzioni nella spaventosa macchina burocratica e intanto lascia i soliti noti ai loro posti, giura di ridurre da 26 a 12 le società regionali e invece non taglia mai nulla, in nome della trasparenza sceglie come assessori due noti magistrati e poi però il suo governo scivola ancora nella abbuffata dei familiari più intimi assunti per chiamata diretta...
Giovanni Ilarda, l'ex magistrato che ha annunciato una cura dimagrante per un ente pachiderma (21 mila dipendenti) e si vanta di aver ridotto in cinque mesi l'assenteismo del 57 per cento. Cobas, Sadirs, Siad e Ugl hanno fatto sapere che nelle dorate stanze della Regione è entrata da poco anche Giuliana Ilarda, 27 anni, figlia del "grande moralizzatore". Nominata dirigente, con contratto quinquennale, nell'ufficio di gabinetto di un collega di Ilarda senior, ovvero l'assessore ai Beni culturali Antonello Antinoro. Un incarico da 75 mila euro lordi annui, affidato per chiamata diretta! Una bufera che ha costretto la giovane, a dare le dimissioni dall'incarico. Ne ha dato notizia lo stesso assessore, confessando di aver commesso "una leggerezza" nel far assumere la figlia.
Ma non finisce qui.
Si prosegue con Piero Cammarata, primogenito di Diego, sindaco di Palermo, e si finisce con una Misuraca (parlamentare di Forza Italia) e Scoma (assessore di Lombardo), con Davola (ex autista di Gianfranco Micciché) e con Mineo (figlio di un deputato regionale). Quasi tutti sono negli staff degli assessori. Come Rosanna Schifani, sorella di Renato, presidente del Senato della Repubblica.
Ogni assessore può avere 25 collaboratori fra segreteria particolare e segreteria tecnica, un terzo di loro arriva da fuori l'amministrazione.
Così fan tutti. Pagando ciascuno degli 8 prescelti come dirigente 41.807 euro lordi più un'indennità di 7.747 euro e un'altra di 23.500. Come minimo, i fortunati che entrano in uno staff, portano a casa 70 mila euro!
L'esordio come governatore di don Raffaele è stato segnato da nuovi aumenti per 72 onorevoli su 90. Il parlamento ha voluto altre tre commissioni, altri "gettoni", altri incarichi e gratifiche da aggiungere ai 19 mila euro lordi di stipendio per ogni parlamentare. Totale delle spese in più per le tre nuove commissioni: 200 mila euro! Nelle stesse settimane del bonus per gli onorevoli, tutti i dirigenti dei vari assessorati sono stati valutati e promossi: dai 3 ai 15 mila euro in più per ogni burocrate...
"Il mio governo è già impegnato a tagliare gli sprechi", aveva solennemente giurato don Raffaele nel giorno. Numeri e nomi raccontano come sono andate le cose dal suo insediamento.
Studiate, ragazzi, studiate e laureatevi: il futuro è vostro!
Cioè loro...


Fonte dei dati: La Repubblica

6 commenti:

peppet ha detto...

nulla di nuovo all'orizzonte, però non esistono concorsi per questi ruoli, quindi? tu che faresti? non li voglio giustificare ma funziona così ovunque, e noi? pazienza o ci andiamo a cercare un politico?
meglio la pazienza

falco ha detto...

Giusto. Siccome funziona tutto così allora ci rassegniamo e... pazienza!
Domanda: ma se al posto di Lombardo ci fosse stato Veltroni avresti usato la stessa pazienza???

LA VERITA' E' CHE BRUCIA A TUTTI CHE QUESTO CENTRO DESTRA SI STIA DIMOSTRANDO UN MAGNA MAGNA GENERALE!

IL PRIMO PROVVEDIMENTO DI BERLUSCONI AL GOVERNO E' STATO VARARE UNA LEGGE X LE INTERCETTAZIONI, POI ABOLIRE IL MAESTRO UNICO, POI L'IMMUNITA' X LE ALTE CARICHE DELLO STATO... E LE LEGGI CHE TUTELANO GLI STIPENDI?
NO... QUELLE NO.... PRIMA VENGONO LORO STESSI, PRIMA SI DEVONO TUTELARE LORO STESSI!
E TUTTI QUEI CITTADINI CHE NON CE LA FANNO PU'? PAZIENZA!!!!!

AVETE NOTATO CHE NESSUNO PARLA PIU' DEL FATTO CHE NON SI ARRIVI A FINE MESE? HANNO RISOLTO IL PROBLEMA: BASTA NON PARLARNE!!!!

E SE IL PROBLEMA ESISTE ANCORA.... PAZIENZA!!!!

Diego ha detto...

Dedicato a tutti coloro che hanno votato chi per interesse (voto di scambio) chi perchè scarsamente informato sul personaggio il figuro più clientelare che la terra siciliana abbia mai prodotto.
Tuttavia è necessario segnalare la sua risposta apparsa oggi sul La Sicilia dove difende a spada tratta il suo operato vantandosi di stare mettendo a posto i conti dell'isola e denunciando una campagna mediatica contro di esso.
Se mettere i conti a posto significa elargire soldi nostri a parenti, amici e amici degli amici tagliando i fondi per l'assistenza sanitaria alle fasce deboli basta già questo per accompagnarlo gentilmente alla porta.
Chissà cosa ci toccherà sopportare ancora in futuro.
PS per Gianni: Te lo avevo detto che ne avresti avuto ancora cose da scrivere in proposito.

Roberto ha detto...

Gentilmente alla porta???
Caro Diego, la gentilezza che posto usare io è prenderlo a calci nell'unico posto da dove nascono le sue idee: nel culo! Visto che ha idee di merda!!!
E perdonate il linguaggio oxfordiano...

Coraggio Gianni, come dice Diego ne hai cose da scrivere, non fermarti!!!

peppet ha detto...

il mio non voleva essere un atto difensivista di chi agisce in questo modo o tantomeno perchè gli attori sono di destra, il clientelismo non ha colori politici e noi di gela lo sappiamo benissimo, basta andare a vedere chi sono i dirigenti nel nostro comune, e qui è da più di un lustro che "governa la sinistra".
dico solo che fanno tutti così e quindi c'è poco da stare allegri,
purtroppo!

Antonio Candeliere ha detto...

articolo interessante