lunedì 12 maggio 2008

Gela: La scuola per risparmiare milioni di euro!

Proseguono le iniziative targate Gelacontro.
In attuazione della seconda fase del progetto "Software Libero - La scuola: utilizzatrice e promotrice delle libere risorse" ideato dal prof. Cantaro, Il Blog Gelacontro, l’associazione Vox Populi e l’istituto E. Majorana organizzano un convegno dal titolo: LA SCUOLA PER RISPARMIARE MILIONI DI EURO.
Il convegno si terrà presso l’Aula magna dell’IISS “E. Majorana” di Gela venerdi 16 maggio alle ore 17.00.
Tale incontro è dedicato alla trattazione delle libere risorse software (Open Source) oggi copiosamente disponibili e di ottima qualità.

Verrà proposta la formazione del personale delle Pubbliche Amministrazioni, con corsi di alfabetizzazione informatica inerenti il software libero.
Sarà presentato il progetto “Software libero – La scuola: utilizzatrice e promotrice delle libere risorse”, ideato dal Prof. Ing. Antonio Cantaro.
Per fare un esempio sulla utilità del progetto e del convegno, basti pensare che grazie all’adozione del software libero, l’amministrazione della provincia regionale di Bolzano, da sola, risparmia più di 1.000.000,00 di euro l’anno!
Il nostro territorio può risparmiare, ogni anno, molti milioni di euro da destinare ad opere ed iniziative la cui carenza è cronica e consistente nel nostro territorio.
Ho già parlato in questo Blog del progetto del prof. Cantaro, questo convegno rappresenta una occasione speciale per portare a conoscenza dei nostri amministratori, i quali saranno presenti al convegno, l’enorme potenzialità rappresentata da questa risorsa.
In un presente che si barcamena tra tagli alle spese e tagli ai fondi, poter risparmiare tanti soldi altrimenti destinati all’acquisto di software rappresenta un ottimo inizio per rialzare la testa da troppo tempo tenuta sotto la sabbia!
l’Amministrazione della Provincia Regionale di Caltanissetta, l’Amministrazione del Comune di Gela, gli Enti Pubblici e Privati, le Associazioni Culturali e la Cittadinanza sono state tutte invitate a partecipare al convegno in oggetto, nella speranza che un primo e decisivo passo si faccia per poter seriamente dare risposte concrete a chi, come la nostra collettività, chiede meno spreco di denaro e più oculatezza nello spendere i soldi di noi contribuenti.
Naturalmente, sono invitati tutti gli utenti di questo Blog, nonché tutti quelli che vogliono saperne di più sull’argomento in oggetto.
Al termine del convegno, a quanti ne faranno richiesta, verrà mostrata la sala computer avente sedici postazioni funzionanti esclusivamente con software libero Open Source.
Questo è un ottimo esempio di come alle parole si devono far seguire i fatti.
E le iniziative!

4 commenti:

Roberto ha detto...

Complimenti per l'iniziativa.
Gianni, stai solo attento che non diventi una propaganda politica, perchè qualcuno ci proverà.

Totò M. ha detto...

Bene, noto con piacere che in questo blog a differenza di altri si fanno iniziative oltre che parlare!
Io ci sarò a quel convegno... sono curioso!

fraffa ha detto...

Mi raccomando però, non andiamo solo per curiosità!! Cerchiamo di andare anche con la voglia di capire e la consapevolezza che queste iniziative servano per evitare le schiavitù a cui ci obbligano!! Possiamo benissimo decidere come spendere i nostri soldi e dobbiamo farlo!

Gianni Marchisciana ha detto...

La curiosità si può parzialmente colmare andando nel sito dell'IISS dove è indicata una semplice e avvincente guida sul perchè passare a Linux. Non si tratta di una guida per la sua utilizzazione, ma vengono esposti i motivi per i quali sarebbe opportuno passare a Linux. Sono presi in considerazione anche i casi in cui, per il momento, bisognerebbe aspettare prima di abbandonare definitivamente Windows. Sono presenti pure dei filmati molto interessanti riguardanti il software libero. La guida non è altro che un piccolo sito (sono 36 pagine) realizzato all’interno di un, ben più esteso, sito scolastico, che è linkato nella home page di questo Blog.
Per il resto, come suggerito da fraffa, il Convengo deve rappresentare l'occasione e la consapevolezza di sapere che queste iniziative servono ad evitare le schiavitù a cui ci obbligano, il cui padrone, in questo caso, si chiama Microsoft!
Cominciamo a pensare liberamente...