sabato 24 maggio 2008

Gelacontro grida: isoliamoli!

In prossimità di un bosco, vivevano tre porcellini. Per mettersi al sicuro da un certo lupo che abitava nei paraggi, decisero di costruirsi tre casette. Il più volenteroso si procurò calce e mattoni, gli altri decisero di affaticarsi di meno e preferirono l’uno la paglia, l’altro il legno. In poco tempo e con poca fatica, la casetta di paglia fu pronta. Ma la debole costruzione non resistette al primo assalto del lupo. Bastò un semplice soffio e il porcellino si trovò senza riparo.
Si lo so cosa state pensando: Gianni è impazzito e ci sta prendendo tutti in giro…
Vero è che sono che sono impazzito (chi me lo farebbe fare tutto questo altrimenti?) ma a prendervi in giro non sono io…
Avendo figli piccoli capita spesso di raccontare questa favoletta, come capita spesso di giocare con loro, e spesso si fanno giochi dove necessariamente uno dei due deve vincere. Tutti i papà (e le mamme) sono passati per questa fase, fase in cui bisognava per forza far vincere i propri figli altrimenti questi si arrabbiavano o –nella migliore delle ipotesi- piangevano. E quando questo succedeva, vi ricordate cosa suggerivano? suggerivano, anzi, pretendevano di cambiare gioco! E il nuovo gioco lo sceglievano loro, così da essere sicuri che –almeno a quel gioco- ne sarebbero usciti vincitori. E per fare questo, spesso il gioco lo inventavano sul momento!
Eh, che ricordi…
Pensavo non dovessero tornare più quei tempi, e invece mi accorgo che quei tempi in realtà non sono mai passati! E in ogni angolo della giornata, specialmente in questo periodo, quei tempi sono tornati prepotentemente di moda, cambiando protagonisti e… età!
Non vi sembra? Siete poco attenti…
Ecco gli indizi e gli… ingredienti per il gioco: prendete due rappresentanti istituzionali della nostra città e fateli partecipare –uno direttamente e l’altro "a sostegno"- ad una competizione elettorale chiamata “primarie”; fate in modo che ne escano sconfitti, anzi, “doppiati” da un terzo incomodo, tenete pronti fazzolettini e zucchero filato e poi… guardate di nascosto l’effetto che fa! L’effetto è devastante: ad una prima fase in cui si vedono i due ’ncuttuti, ne segue un’altra in cui uno dei due canta la grande vittoria ottenuta (!), vittoria che adesso deve essere seguita dalla nomina di 2 (due) assessori!
Mi domando cosa avrebbe chiesto se avesse vinto…
L’altro invece fa quello che ha sempre fatto e che lo contraddistingue: parla. Non si sa bene cosa dice e a chi, ma lui parla: un giorno gli spiegheranno che bisogna dire cose sensate, ma non è questo il tempo…
A questa prima fase ne segue un’altra, fatta di proclami, di piagnistei, di articoli sui giornali e di… minacce di cambiare gioco! E il gioco lo cambiano, eccome.
Anche la faccia se è per questo…
E, come d’incanto, uno dei due rappresentanti istituzionali si sfila di dosso la maglia della Sinistra, la maglia della Margherita, la maglia del PD (la sua stazza era dovuta alle maglie indossate, cosa credevate...?) e ne indossa una leggera leggera: quella del deputato regionale eletto nel centro destra! Forse la taglia è la stessa, ma non si accorge di averla indossata al contrario…
Ma, invece di farglielo notare, i suoi fedeli lo aiutano nel gioco, lo aiutano ad architettare la struttura portante del nuovo gioco, e vedendo che esso si regge sul fumo e sull’aria, chiamano altra gente a farsi aiutare: e così molti che fino a ieri erano col sindaco, per il sindaco e per il centro sinistra, adesso non sanno più dov’è la destra e dov’è la sinistra, dov’è il nord e dov’è il sud e alcuni, dicono, non sanno più riconoscere l’uscio di casa propria!
No, non ridete perché non c’è nulla di divertente, bisogna aiutare questa gente, ho visto alcuni di loro andare in macchina contromano, molti per andare a Catania hanno imboccato la statale per Licata, e quasi tutti hanno su la maglia della Roma con lo scudetto vinto quest’anno…
Aiutiamola questa gente, isoliamola, facciamo in modo che, quantomeno, facciano del male solo a se stessi, visto che questo non possiamo impedirlo!
Pensate che l’altro rappresentante istituzionale ha preparato una lista a sostegno del candidato di centrodestra lui che da oltre dieci anni ricopre una carica istituzionale grazie al centrosinistra!
Suvvia, non giratevi dall’altra parte, aiutiamo questa gente: ISOLIAMOLA!
Come dite? Che all’inizio ho parlato dei tre porcellini e qui ve ne ho descritto solo due? Ma allora siete duri a capire…
Vedrete che il terzo porcellino salterà fuori al momento opportuno, quando il suo ruolo di paladino comincerà a vacillare…

29 commenti:

mechanicalpeople ha detto...

Di che ti meravigli, caro Gianni?

Siamo in un clima da si salvi chi può...
un paesaggio da naufraghi, desolante a vedersi, tuttavia ricco di opportunità per i predatori.

Ora come ora l'imperativo di questi è: andare a destra!

Il fatto è questo.
Indipendentemente dai successi che conseguirà nel difficile compito di migliorare le condizioni dei Siciliani,
Raffaele Lombardo nei prossimi 10 anni offrirà un lauto banchetto. Sollievo forse per le bocche dei siciliani affamati?
Più probabilmente destinato a finire nelle fauci dei predatori.

grandi opere pubbliche...
investimenti stranieri...
fondi europei...
chissà...

Si tratta di salire sul carro giusto! Dicono, fregandosi le mani.

I nostri porcellini -aspiranti predatori- fanno di tutto per stare vicino al lupo, anzi sono disposti a servirlo, pur di mangiare i suoi scarti.
Eppure il lupo sa, noi sappiamo e forse anche essi stessi sanno che la loro fine è segnata.
Del resto non si è mai visto nessun porcellino uscire vivo dalla tana di un lupo!

EMANUELE ha detto...

FACCIAMO IL GIOCO :
CHI E' IL TERZO PORCELLINO
E PERCHE?

Roberto ha detto...

Analisi amara Mech, ma rispondente alla verità!
Che tristezza l'ardire di questi personaggi che calcano la scena politca nostrana...
La sola nostra speranza è che davvero come dici tu nessun porcellino esca vivo dalla tana del lupo, ma sarebbe una magra consolazione, una vittoria di Pirro!
Ha ragione Gianni: ISOLIAMOLI !!!

Roberto ha detto...

Emanuele, mi piace il tuo gico!!!
Giochiamo anche noi: chi è il terzo porcellino? del perchè si potrebbe disquisire, ma sul CHI SIA IL TERZO PORCELLINO... NO!
Emanuele, visto che sei stato tu a proporre questo gioco, e che a me piace tantissimo, comincia tu a dire chi è il terzo porcellino.
Con chiarezza se vuoi, o, come fa Gianni, usando l'allegoria.
Credo che troverai parecchia gente che la pensa come te.
Ah dimenticavo: bravo Emanuele, complimenti per la fantasia!

EMANUELE ha detto...

OK.RAGAZZI VI INVITO TUTTI A FARE INSIEME A ME UN BREVISSIMO RAGIONAMENTO:

•CHI E’ STATO IL VERO PERDENTE IN QUESTE ELEZIONI OLTRE A SPEZIALE ?

•CHI NON HA PIU’ UN PARTITO DI RIFERIMENTO NELLE ISTITUZIONI REGIONALI E NAZIONALI ?

•CHE COSA DOVRA’ FARE FRA TRE ANNI ?

•COME POTRA’ AVERE POSSIBILITA’ ALLE PROSSIME ELEZIONI EUROPEE
(TRA UN ANNO IN COMPETIZIONE CON SPEZIALE ) SENZA AVERE REALIZZATO ALLEANZE TRASVERSALI ED IMPORTANTI GIA DA ADESSO ?

•CHI HA DETTO O HA FATTO DIRE AL SUO CARISSIMO AMICO LUMIA IN UN COMIZIO IN PIAZZA CHE UNO DEI “PORCELLINI” E’ UN ESEMPIO DI CORAGGIO E DI IMPEGNO NELLA LOTTA CONTRO LA CRIMINALITA’

.CHI HA CANDIDATO NELLA LISTA COMPILATA DAI DUE “PORCELLINI” UNA SUA DEVOTA CITTADINA, POI PENTITASI ?

UN INDIZIO NON FA UNA PROVA MA ...

mandiamoli a casa ha detto...

cari amici ma chi l'ha detto che i due porcellini troveranno una configurazione politica nello schieramento di centrodestra? io ho l'impressione che essendo in un periodo in cui si parla di termovalorizzatori, qualcuno di dex li abbia presi come raccolta differenziata perchè occorre l'immondizia per trasformarla in energia e poi gli scarti ritorneranno al mittente ossia al terzo porcellino, anche perchè l'immondizia fa sempre parte del PD ed avendo loro un coordinatore provinciale di tutto rispetto che non li ha nè espulsi nè tantomeno richiamati pubblicamente, è chiaro il segnale che cercano tutti di salire sul carro del vincitore, stanno dimenticando però che il centro destra resuscitato dopo anni bui dall'on. federico, sul carro non li farà salire perchè questo intende amministrare veramente, mentre loro.....
ripeto un concetto a me caro abbiamo l'opportunità di fare pulizia, MANDIAMOLI A CASA CHI GOVERNA ININTERROTTAMENTE COMUNI E PROVINCIA DA DECENNI CON IL RISULTATO CHE TUTTI VEDIAMO PERCHè SUL CARRO QUESTI NON SALIRANNO

falco ha detto...

Emanuele, dopo una lunga analisi, dopo una lunga notte insonne dovuta alla sconfitta dell'Inter :-( e dovuta al pensare chi è il terzo porcellino, stamattina ho avuto una intuizione e sono arrivato a mettere una crocetta sul nome del terzo porcellino....
Naturalmente, dopo aver messo la crocetta sul nome ho dovuto telefonare a tutti i porcellini simpatici che conosco per chiedere loro scusa per averli accomunati al nome corrispondente a quella crocetta...
Nemo propheta in patria... solo che questo una patria non ce l'ha!

falco ha detto...

X mandiamoli a casa: sei davvero forte!
Questi due (questi tre, scusate) non produrrebbero nemmeno una briciola di energia nemmeno bruciati nei termovalorizzatori! Secondo me nemmeno i topi li degnerebbero di uno sguardo...
E cosa dire del coordinatore provinciale del loro(?) partito: NON HA PRESO POSIZIONE, NON LI HA ESPULSI, SI STA "CURCANNU DO MEZZU" PER NON DOVER DECIDERE!
Se un giorno il suo cervello si autocollega con la sua ragione... si espelle da solo!!!

fraffa ha detto...

Questa è la dimostrazione che ormai nn esistono più i partiti con i loro ideali e le loro idee. Ormai ci sono solo dei recipienti vuoti privi di idee e con progetti tutti simili, perchè guai ad osare o ad andare contro corrente!!Per questo credo che sia difficile ormai dare il voto alle idee o ai progetti. Quali? Perchè anche quando ci sono "in cantiere" progetti spesso nn ne veniamo neanche a conoscenza!! Questa è la realtà! Chi è che sa come modificarla? Io dico che è bene conoscere di persona e quanto più possibile i nostri politici. Avvicinarci a loro o avvicinarli per osservarli, cercare di capirli e conoscerli in fondo, per poi CERCARE giudicare personalmente se sono degli individui validi e in grado di fare qlc.sa per la loro comunità o per lo meno in grado di provarci. In tal caso dare a loro il voto di fiducia indipendentemente dal loro militare a dx o a sx, perchè tanto nn c'è più nessuno che si identifica con dei valori di dx o di sx . Non appena capiscono che nn otterranno nulla da un lato si spostano nell'altro e questo, secondo me, cmq è il male minore... riuscissero almeno a fare qlc che sia davvero utile, concreto e duraturo per la loro città. Gente cerchiamo di votare le persone che reputiamo più in gamba e più sincere. Certo nn è facile, nn abbiamo tanta scelta, ma nn ci resta altro che provare. Fare i latitanti perchè si pensa che tanto ormai le cose nn possono cambiare nn ci porterà da nessuna parte! Con l'atteggiamento lavativo di molti e soprattutto dei giovani che magari votano la persona con cui ha preso accordi il padre etc etc, di cui trovano il volantino a casa nn arriveremo da nessuna parte! Le lamentele fini a se stesse e l'allontanamento dalla politica perchè ci ha deluso nn ci porterà da nessuna parte! Avviciniamoci ai politici per chiedere domandare, stressare, pressare, teniamoli sotto scacco! Ci lamentiamo che loro si fanno vivi solo quando ci son le votazioni e noi allora? In che periodo ci accorgiamo invece che c'è anche la politica, che ci sono anche i politici che in silenzio decidono senza interpellarci? Allora interpelliamoli noi, sempre, in ogni periodo dell'anno, nn diamogli la possibilità di respirare e di poterci dimenticare. Noi lavoriamo e ci facciamo "un mazzo tanto" e spesso perchè abbiamo magari il nostro capo che ci sta col fiato sul collo. Quindi facciamo lo stesso noi con loro. Ricordiamoci che loro vanno avanti grazie a noi!! E quindi gran parte delle colpe sono anche nostre!!

Franco ha detto...

X fraffa: ma coma fai a "credere" nella persona, stargli vicino come dici tu, conoscerla... SE POI QUESTA PERSONA NON HA LA BENCHE' MINIMA IDEA DI COSA ANDRA' A FARE!!
Io conosco gente cosiddetta "brava" ma che, bontà loro, si è candidata solo perchè ha una certa cerchia di amicizie e di parentela che lo renderebbero "papabile" consigliere provinciale... MA SENZA NESSUNA IDEA DA METTERE IN ATTO!
Si dovrebbe cercare un punto di incontro, un connubbio tra i progetti (che ci sono, non sono nascosti) e le persone "fidate, ma la verità è che la cosa è pressochè impossibilie!
E allora che fare? Affidarsi all'amico fidato perchè lo si conosce bene, alla persona che ci sembra più onesta ANCHE SE NON HANNO IL BRICIOLO DI UN PROGETTO POLITICO? oppure affidarsi ad un semi-sconosciuto con un progetto politico ben definito?
Ne conosco tanta di brava gente che aspirano al consiglio provinciale, ma si fermano lì, cioè, restano brava gente e basta! Davvero vogliamo affidare a questi il consiglio provinciale?
Io penso che vista la bruttissima, pessima esperienza di Collura alla provincia... AL DIAVOLO IL GELESE E VIVA IL CANDIDATO DI CALTANISSETTA!!!

fraffa ha detto...

franco, giusto quello che dici ma io nn mi riferivo al fatto che la persona in gamba debba essere necessariamente un gelese e nn un nisseno... sicuramente nn basta neanche la semplice "bontà" di una persona, ma appunto la capacità di agire e concretizzare quei progetti che se ci sono, nn credo siano poi così trasparenti come dici. Probabilmente è ancora colpa nostra(parlo in generale) quando dico che i progetti nn sono conosciuti perchè nn ci informiamo abbastanza e poi ci lamentiamo di essere stati traditi a cose fatte. E' complicato capire e conoscere le persone che ti stanno davanti che siano amici o semplici conoscenti..Però è anche vero che neanche attenersi al programma che qualche politico presenta e dice di avere chiaro in mente è un gran sollievo. Nessuno ci potrà mai asicurare che sarà in grado di farlo applicare o che il sistema lo lascerà lavorare...Dico solo che dovremmo impegnarci anche noi un pò di più e nn svegliarci a ridosso di elezioni e quant'altro! Invece di "isolarli", avviciniamoli magari anche per pressarli con domande, dubbi e perplesità, con critiche sui loro errori! Fermiamoli per strada o facciamoceli presentare e mettiamoli in difficoltà con le nostre domande! Credo che sia un modo nn per credere così come degli illusi a ciò che ci viene detto dal politico conoscente, sconosciuto o amico che sia, ma un modo in più per capire e avere più requisiti per giudicare il loro operato.

mandiamoli a casa ha detto...

per franco, spero di non essere campanilistico ma ti dovresti informare chi è il nisseno, anche perchè vedo in federico una persona positiva,

mechanicalpeople ha detto...

La questione delle primarie e della vittoria di Messana è certamente interessante, ma credo che ci sia stato un accordo nel PD provinciale per candidare l'ex sindaco di Caltanissetta, dopo 10 anni di Collura e dopo una competizione regionale in cui i nisseni si sono defilati a favore del duo Speziale-Donegani.
Ma in questi giorni mi sono chiesto soprattutto come mai il fresco onorevole Pino Federico abbia accettato di presentarsi alla presidenza per la destra.
Tutti credo siamo daccordo nel ritenere un posto all'ARS molto più importante della presidenza di una provincia. Più potere, più privilegi, ma soprattutto molte più potenzialità di intervento sul futuro della nostra città.
Purtroppo ho come l'impressione che i veri giochi, a destra come a sinistra, sono tutti sottobanco.
Premesso infatti che Federico, visto il trend di destra e visto l'entusiasmo con cui i gelesi l'hanno eletto all'ARS è senza dubbio il favorito nella competizione provinciale, ho come l'impressione che sia stato il governatore in persona a "consigliarli" la nuova sfida.
Non è che per caso l'elezione di Federico serve a liberare un posto a Palermo a Rossana Interlandi, ex assessore MPA e stretta collaboratrice di Lombardo?
O magari Federico non ha voglia di trasferirsi a Palermo, lasciando i suoi elettori in balia della sinistra, chissà...
Certo a pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si indovina, diceva il "divo" Giulio...

Antonio ha detto...

Caro Mech, cara fraffa e caro mandiamoli a casa: la carica di deputato nazionale E' COMPATIBILE CON LA CARICA DI PRESIDENTE DELLA PROVINCIA!
Dunque, ammesso che Federico venga eletto, NON HA L'OBBLIGO DI DIMETTERSI!!!
Credo che, federico o non Federico, ACCENTRARE TUTTO QUESTO POTERE IN UNA SOLA PERSONA SIA L'ANTICAMERA DELLA DITTATURA!
Con tutta la bontà che contraddistingue Federico, e con tutto il bene che gli voglio, NESSUNO SA COSA POTREBBE SUCCEDERE QUALORA FEDERICO FOSSE AL TEMPO STESSO DEPUTATO REGIONALE, PRESIDENTE DELLA PROVINCIA E, SI SENTE DIRE, AVERE PURE UN SOTTOSEGRETARIATO!
A questo punto, manca solo che lo eleggono capo-condomine del mio condominio ed è fatta (ssssh... non diteglielo che ci sono pure queste elezioni...)!!!
X fraffa. credo che Gianni quando dice di isolarli intende quei due voltagabbana di Di Dio e Collura: DUE SQUALLIDE FIGURE CHE ATTRAVERSANO IL PAESE (per citare F. Battiato)!!!!
Ma chi ha il coraggio di dare fiducia a questi due?
Dicono che lo fanno per favorire il candidato di Gela? allora perchè non appoggiano Lo Nigro, che è di centro sinistra come loro???
Ha ragione Gianni, ISOLIAMOLE QUESTE squallide figure!!!!

mechanicalpeople ha detto...

Federico è tecnicamente eleggibile, ma non credo che possa mantenere le due cariche una volta eletto.
Il sottosegretariato poi...lo vedo davvero lontano, ma forse potresti avere ragione, in caso di sconfitta alle provinciali Lombardo potrebbe provare a mandare il povero Pino a Roma!
Io però credo che Federico sia in grado di leggere bene la situazione e non credo che rinuncierà facilmente al suo posto all'ARS, forse anche a costo di perdere le elezioni...speriamo giochi bene le sue carte...

Totò M. ha detto...

iO INVECE SPERO CHE fEDERICO SI FACCIA MALE DA SOLO!
A parer mio si è montato la testa, e ha assunto il ruolo di unico capace a risolvere i problemi di questa città, un po come ha fatto Crocetta, e sappiamo tutti come è andata...

mandiamoli a casa ha detto...

faccio delle considerazioni tecniche a chi pensa che federico si sia montato la testa,
Notate questa sovrapposizione di impegni o di candidature per un motivo banale.
Causa scioglimento del precedente governo regionale e nazionale sono coincise le elezioni politiche ed amministrative, per questo sembra un fatto stranissimo che un deputato si possa candidare a più ruoli, cosa che invece è consuetudine in tanti altri posti,
la carica di deputato e la carica di presidente della provincia sono assolutamente compatibili anche dal punto di vista amministrativo,
vi ricordo che il candidato del Pd è invece il sindaco di Cl e quindi avrebbe un doppio ruolo amministrativo. in tanti posti si preferisce candidare personalità politiche forti anche a livello amministrativo in quanto ci metti come prima cosa la faccia e poi perchè viene riconosciuta una certa abilità politica, pensate che sia facile mettere tutti d'accordo nel centro destra? evidentemente tutti riconoscono in federico una figura importante per la provincia,
io avrei gradito una sfida tra deputati e cioè una sfids donegani federico, ma nel PD hanno sempre il modo di spartirsi le poltrone da cari vecchi comunisti che va quasi sempre a danno dei cittadini perchè ti ritrovi come sindaci o presidente dei vari enti solo figure da "sistemare" per prendere lo stipendio. questi schemi fortunamente non ci sono a destra vuoi anche perchè i leader nazionali e regionali non ubbidiscono più a logiche prettamente di potere,sennò come dice qualcuno avrebbero candidato la interlandi a presidente della provincia oppure a Ventura, ma pensate che oggi uno come ventura sia presentabile ai giovani? mentre nel centro sinix sappiamo tutti in che modo "democratico" abbiano scelto il candidato, e cioè li dovevano ripagare ai nisseni della doppia candidatura forte gelese alle regionali, che di fatto ha impedito ai nisseni di essere rappresentati territorialmente, con questo modo di agire cari miei si ritorna indietro di 50 anni ed io invece credo che i giovanni non ne abbiano voglia perchè sono terribilmente avanti rispetto a questi politicanti

mechanicalpeople ha detto...

Caro mandiamoli a casa credo che tu stia esagerando un po' in piaggeria verso i candidati di destra.

...presentarli come il nuovo che avanza mi pare eccessivo...

..poi venderci la favoletta che è normale vedere un deputato regionale appena eletto a furor di popolo da 10000 gelesi è proprio troppo.
Non credi che votandolo, i gelesi gli hanno conferito un mandato importante essendo l'unico deputato della provincia all'interno della maggioranza?

Candidarsi a Presidente della Provincia è una mossa per lo meno ambigua, perchè guarda sono quasi sicuro che dovrà dimettersi da deputato regionale una volta eletto.

Poi, per quanto riguarda i giovani, non credo che siano così avanti rispetto alla gente che votano, mi sembra invece che gli stiano appena dietro, a portata di lingua, affamati come sono dalla disoccupazione!

Romina ha detto...

Quoto in toto ciò che ha detto Mechanical People!
Qui si sta descrivendo Federico come il salvatore della patria... il DEUX EX MACHINA!!!
Non metto in dubbio le sua capacità amministrative(?) e le sue capacità politiche, ma ragazzi... additare Federico come l'UNICO che può risollevare le sorti della provincia... BOOOOOM!!
La verità è che hanno candidato Federico perchè era l'unica persona in grado di contrastare Messana, e perchè gli altri contendenti altro non sono che "rascapignati" e "scassapagghiari" pronti a vendersi al migliore offerente al ballottaggio! Non scordiamoci che 5 anni fa Lo NIgro fece la stessa mossa, si candidò a presidente della provincia e poi ci guadagnò... l'assessorato!
Caro mandiamoli a casa... secondo me enfatizzi troppo la figura di Federico. In tutta sincerità, ma te lo dico con tutto il cuore, spero che tu abbia davvero ragione e che io mi sbagli! MA TE LO DICO DAVVERO CON TUTTO IL CUORE!
Ma sai, siccome niente è nuovo sotto il Cielo, questo film lo abbiamo gia visto tutti...
I furbastri sono stati quelli del centro destra, non quelli del centro sinistra, perchè hanno OPPORTUNAMENTE CAVALCATO L'ONDA LUNGA DEL SUCCESSO DI FEDERICO E LO STRANNO SPRONANDO AL MASSIMO PRIMA CHE SI ESAURISCA QUESTA ONDA LUNGA!!!
E sfido chiunque a smentirmi...

mechanicalpeople ha detto...

sono molto indeciso su chi votare.
Il gelese o il nisseno?

uhm...ho come l'impressione che votando Messana, facciamo un favore pure a Pino Federico...

magari Lombardo, pur di levarselo di torno lo manda a fare il ministro!

emanuele ha detto...

D'acccordissimo con Mech, pensate che Lombardo fra qualche mese, qualora Federico vincesse le elezioni provinciali, non tornerebbe alla carica per farLo dimettere da onorevole in favore della sua pupilla niscemese?
Che Federico sia una figura importante nel centro destra dal punto di vista dei consensi, non ci sono dubbi, ma sulle sue capacità politiche permettetemi di avere molti dubbi, e sinceramente non credo abbia le capacità di contrastare i vecchi lupi forzisti , i vari Pagano e compagnia ne faranno un sol boccone.
Federico si è trovato candidato in un fase politica particolare dove il centro destra in particolare il PDL non aveva un candidato particolarmente importante ed aveva il vento in poppa per quanto riguarda i consensi al centro destra.
Alle elezioni comunali non è che aveva furoreggiato.

Nel centro sinistra il problema è stato il deputato uscente che in un grande impeto di gratitudine tornacontista aveva promesso destra ed a manca la candidatura a presidente della provincia.

Io credo che se si fosse lavorato tempo prima per una candidatura credibile di un gelese da parte prima del presidente e dell’onorevole uscente invece di pensare solo ai loro tornaconti , non saremmo arrivati a questo punto, e che le intelligenze e le capacità nel centro sinistra ce ne sono a iosa, il problema è mandare a casa la casta ed avviare un confronto serio e partecipato sul modi e sui metodi di partecipazioni alle scelte dei gruppi dirigenti e che il collante non debba essere solo il potere e l’ambizione , ma i valori e le idee, una idea comune di società più libera e più giusta , la individuazione di progetti e modelli di sviluppo concreti, sostenibili e condivisi. Sarà utopia, ma io alla buona politica, ad un politica che sia di riferimento in termini di valori e di indirizzi, che contrasti gli egoismi sociali in nome di un interesse collettivo, che traduca la passione politica e sociale in partecipazione attiva,
CI credo

mechanicalpeople ha detto...

che dici Romina, ho ragione?

Dott. S. ha detto...

Credo anch'io nella politica, come Emanuele, ma non credo nei politici.
Credo che infondo la politica sia l'unica arma nelle nostre mani per sovvertire la realtà che ci ha regalato 20 anni di tornacontismo di sinsitra ma anche di destra: non domentichiamo il famoso 61-0!! Che cosa ne abbiamo avuto di quel 61-0 ? UNA CIPPA!!!! E chi ne è stato l'artefice? il duo Berusconi-Miccichè? NON MI SEMBRA SIANO PERSONAGGI DI SINISTRA... CARO IL MIO mandiamoli a casa!!!
La realtà è che il tornacontismo non ha partito politico, è di desta come di sinistra, sono d'accordo con Gianni quando dice che bisogna guardare i programmi e le idee, ma son d'accordo anche con fraffa quando dice che è più facile per noi e più "controllabile" affidarsi alla persona di cui si conosce l'onestà intellettuale e la sua capacità!
La fotografia giusta secondo me è che Federico è soltanto l'arma di Lombardo, non il mezzo! Non è il suo uomo di fiducia, ma lo ha candidato perchè sia che vince sia che perde... SE LO TOGLIERA' DALLE PALLE!
Ma Federico non essendo un politico navigato (e su questo do ragione a Emanuele) tutto questo nno può impedirlo, ed è è stato costretto a rispondere come Garibaldi a Teano: OBBEDISCO !!!

peppet ha detto...

Non capisco perchè Lombardo si debba togliere dalle palle Federico, per favorire una sua pupilla (non so di che cosa), che tra l'altro in tutte le competizioni in cui si presenta perde. Mi verrebbe il dubbio se fosse bbona, ma non credo che lo sia, io credo che molto più verosimilmente lombardo abbia valutato di avere un uomo vincente in provincia di Cl, che ci siano molti giovani nel suo gruppo e che questo gruppo di cui io orgogliosamente ne faccio parte abbia delle qualità che vengono messe in campo nelle lotte politiche anzichè fare come tanti che criticano e non costruiscono nulla di concreto perchè hanno la presunzione di essere superiori e immuni da qualsiasi condizionamento della cosidetta casta, però poi guardacaso gli stessi li ritrovi impiegati nei posti dove si entra solo per raccomandazione dei porcellini suddetti, io vi invito a frequentare se avete tempo, la sede dell'mpa e i posti dove si riuniscono i giovani dell'mpa o il movimento femminile dell'mpa, troverete gente che ha voglia di fare e non solo di criticare facendo supposizioni più o meno vaghe di capacità o incapacità politica,

Roberto ha detto...

Conosco anch'io molta gente dell'Mpa, ma qui non c'è nessuna critica a loro. La critica volge sul fatto che Lombardo ha visto bene di "cavalcare" l'onda lunga di Federico per contrastare Messana o il Pd in genere.
Non generalizzare anche tu, peppe t., qui nessuno ha la puzza sotto il naso e nessuna ha la presunzione di saperne un briciolo piu dell'altro. Anzi, credo ci stiamo confrontando in modo schietto e senza peli sulla lingua tutti quanti. Secondo me invece di uscirtene con questa critica faresti meglio a volerti confrontare pure tu, senza "invitare" a conoscere i ragazzi/e dell'Mpa.
Lascia stare le ipotesi per cui la INrelandi sia una sua pupilla (cosa della quale ne sono convinto anch'io) questo non è rilevante.
E' rilevante il confronto e il "volersi" confrontare, cosa che tu hai evitato di fare invitandoci a conoscere voi dell'Mpa.
E poi... chi ti dice che qui non ci sia nessuno dell'Mpa? potrei essere io sai? ma non per questo mi sottraggo alle critiche e al confronto.
Mi piacerebbe, anzi ci piacerebbe a tutti, confrontarci con te e le tue idee. Se ci ritieni degni...

emanuele ha detto...

"Soprattutto, non agire da ignoranti, né da presuntuosi. Quando non si sa, occorre informarsi, studiare, discutere serenamente, obiettivamente, e senza mai credere di essere infallibili."
Luigi Sturzo.

Dott. S. ha detto...

X Peppe t. e X mandiamoli a casa: RISPETTO MOLTO LE VOSTRE IDEE, E PER QUESTO MI PIACEREBBE CONFRONTARMI CON VOI, ANCHE SE NON LA PENSO COME VOI. CREDO CHE IL CONFRONTO SIA ALLA BASE DELLA DI OGNI COSA.
Emanuele, per esempio, da ciò che scrive credo sia di sinistra, EPPURE HA CITATO DON LUIGI STURZO...
Confrontiamoci... E CRESCIAMO!

mechanicalpeople ha detto...

Magari ci fosse un modo per immunizzarsi dai nefasti effetti della casta!
Purtroppo ne siamo tutti immersi fino al collo.
L'unico modo per uscire da questa situazione sarebbe quello di avviare uno sviluppo economico che ci liberi dalla crisi occupazionale che ci attanaglia e ci rende schiavi di questa gente. Ora io mi chiedo...che interesse hanno questi signori a creare posti di lavoro, quando il gregge dei disoccupati costituisce per loro una risorsa a costo zero per le campagne elettorali?
Apriamo gli occhi ragazzi!

FRANCESCO RE ha detto...

Salve, sono Francesco, sono un gelese e studio a Palermo. Innanzitutto devo fare i miei complimenti perchè il blog è interessantissimo. Ho passato un pomeriggio a leggere tutti i post e li ho trovati tutti veramente interessanti, proposti da gente di notevole spessore, che ci crede veramente in ciò che scrive, con forza e convinzione. Anche i commenti non sono mai superficiali nè banali, anzi nella maggior parte dei casi sono scritti da persone intelligenti e preparate!
Fa piacere scoprire che ci sono anche ragazzi come voi, con tanta voglia di fare, di progredire, di far evolvere Gela, di opporsi alle cose che non vanno, di denunciare piuttosto che fare finta di nulla. Ho trovato tante idee, proposte, entusiasmo, è quello che ci vuole! Complimenti sinceri ai nomi che mi sono rimasti in mente: Gianni Marchisciana che merita veramente tanto, al Prof. Cantaro, Anco Marzio, Falco, Romina, Fraffa, Mechanical People per l'acutezza e la sua preparazione politica, e tutta la mia solidarietà va a Vincenzo P. per il fantastico post che ha pubblicato, così veritiero e realista, che rispecchia esattamente ciò che io stesso penso di Gela. Grande. E' una bella notizia sapere che ci sono queste belle teste a confrontarsi su questo blog e a lottare a favore del benessere della comunità gelese. Lo dirò anche ai miei amici gelesi ed anche ai colleghi di Palermo e delle altre città siciliane, che buttano sempre fango su Gela e i Gelesi. Tra noi è una continua lotta! Io spero veramente che questa ragazza che si è candidata al consiglio provinciale, Alessandra, si impegni concretamente a rispettare i punti del suo programma. Spero che lei ami Gela come la amo io...e che se dovesse farcela (glielo auguro di cuore) si adoperi anche per appoggiare le iniziative che sono state e saranno proposte in questo blog. Io non avevo intenzione di scendere a Gela per le provinciali...invece verrò perchè voglio darti fiducia bella Alessandra! Non sono certo che tu sia all'altezza della carica per cui ti proponi, perchè non mi sembra che tu abbia mai fatto politica, però mi sembri preparata ed intelligente, e poi è da ammirare che una ragazza così giovane, e già laureata voglia mettersi in gioco...e a quanto pare ci stai mettendo tutta te stessa. Inviterò la mia ragazza ed i miei amici a sostenere te e la tua freschezza piuttosto che votare sempre per i vecchi lupi (e volponi) della politica gelese. Ma sappi che hai una bella responsabilità, quindi non ci deludere!