venerdì 4 aprile 2008

Gela, cosa chiedere ai candidati?

Come al solito l’approssimarsi delle elezioni regionali, ha avviato nella nostra città imponenti campagne elettorali, incentrate soprattutto sulla sovraesposizione dei candidati, pubblica e privata.
Enormi superfici di manifesti ci ricordano ossessivamente, i soliti volti, i canali televisivi locali ospitano lunghi spot in cui i nostri si mostrano insieme ai politici che contano, mostrando un’immagine di successo e di potere. Il messaggio prevalente, da un punto di vista propangandistico, è basato fondamentalmente sul concetto: VOTA ME PERCHÉ IO SONO POTENTE.
Lo stesso tipo di comunicazione è offerto, aldilà del reale contenuto degli slogan, dalla guerra degli attacchini, i quali ogni notte sovrappongono gli stessi volti, uno sull’altro, con un dispendio di forze e uno spreco di carta immane. Gli slogan elettorali nel frattempo sono tristemente poveri d’idee e di contenuti, i temi sono sempre molto generici: l’impegno continua; c’è voglia di nuovo; un volto nuovo per l’impegno di sempre; una sicilia libera; coerenza e dignità; etc.

Ma ogni mattina gli elettori possono constatare i risultati di questa guerra notturna - quale sarà oggi il volto più presente?
Il messaggio è sempre lo stesso, VOTA ME, IO SONO POTENTE PERCHÉ SONO SU TUTTI I MURI, ovvero le mie risorse sono più grandi, i miei attacchini sono i più agguerriti.
Ma la campagna elettorale è fatta soprattutto di incontri pubblici e privati, di strette di mano, di promesse collettive e individuali, un vero e proprio porta a porta, a cui il candidato deve necessariamente sottoporsi se vuole conquistare il voto delle famiglie più numerose. Più sono numerose le famiglie, più sono ingenti le promesse. L’importante è chiedere all’uomo giusto, al candidato più potente, a quello che... ce la fa!
Parlare con uno di loro in questo periodo è semplicissimo, alcuni di loro hanno anche reso pubblici i loro numeri di telefono personali. Basta guardarli, ubriachi di baci, di volti e di parole si muovono come forsennati, hanno un sorriso e un si per tutti, intanto che, sempre attaccati al telefonino, fissano appuntamenti con gli interlocutori più vari.
Da noi, al sud, il voto utile - lungi da ragionamenti relativi ai meccanismi elettorali - è il voto che ha un riscontro personale tangibile: lavoro, raccomandazioni, favori, buoni d’acquisto, se non denaro contante, tutte cose di cui si deve parlare di persona!
I problemi della città e della regione restano sullo sfondo, la mafia, la disoccupazione, l’inquinamento sono problemi secondari per l’elettore, rispetto alla soddisfazione di interessi personali ben più decisivi per la scelta del proprio candidato.
Qual’è allora il mandato elettorale che consegniamo ai nostri politici? Chiediamo loro di fare il bene della collettività? O forse attraverso questo tipo di campagna elettorale, finiamo in fondo col costringerli a coltivare l’orticello della propria clientela?
Beppe Grillo urla che i politici sono nostri dipendenti e questo è vero, ma qual è il lavoro che chiediamo loro di fare per noi? Per esempio quando i nostri politici intraprendono una battaglia ideale, eventualità già molto rara, per quanto questa possa essere seria e indirizzata al bene comune, non pare che ottengano grande consenso.
Perfino la battaglia di Crocetta per la legalità, per fare un esempio, che a livello nazionale ha ottenuto grande solidarietà e appoggio, tanto in città, quanto in ambienti regionali, non ha ottenuto i risultati sperati, viene anzi guardata con sospetto dalle classi dirigenti.
Un politico concentrato su temi centrali, decisivi per il bene della collettività, come la lotta alla mafia, viene spesso tacciato di qualunquismo, se non di protagonismo. Nel caso di Crocetta i detrattori hanno gioco facile, in quanto l’estro e la capacità di manipolare i media del nostro Sindaco, se da un lato gli hanno consentito di ottenere un grande successo elettorale – anche se al secondo mandato è tutto molto più facile - dall’altro hanno attirato l’insofferenza di tutti gli altri esponenti politici, che hanno il terrore di essere in qualche modo da lui attaccati o addirittura accusati di connivenza con la criminalità. Un’eventualità che – vere o false che siano le accuse - può rappresentare la fine di una carriera politica.
Vi invito quindi a riflettere su questo e a considerare le nefaste conseguenze che i singoli comportamenti possono innescare a danno della collettività.
Da questo punto di vista siamo noi elettori gli artefici dello sfascio politico della nostra terra!
Ritengo che il lavoro delle scuole, dei circoli e delle associazioni (come Vox Populi) recita un ruolo fondamentale nell’esercizio del libero pensiero e nella formazione della pubblica opinione.
L’obiettivo da perseguire è quello di costruire un vero dibattito sui temi generali, su quei temi che i politici tendono a usare solo strumentalmente in termini di promozione della loro immagine, per poi dimenticarli velocemente a elezione avvenuta. Senza questo dibattito, non ci sono e non ci saranno speranze di cambiamento, senza pensiero libero, finiremo come pesci asfissiati dal fango, in un lago sempre più prosciugato di risorse e opportunità.
Postato da Ass. Cult. Mechanical People
mechanicalpeople@gmail.com

33 commenti:

peppet ha detto...

Mi trovo molto spesso d'accordo con lei, in questa occasione però non credo che sia tutto così negativo, ma si tende troppo a generalizzare, non credo che i politici siano tutti uguali, perchè sono uomini ognuno con le proprie idee, ma omologandoli fa il gioco di tutti quelli benpensanti che dicono che gli uomini sono tutti uguali perchè pensano solo al calcio o alle auto; i giovani sono tutti uguali perchè si fanno tutti le canne e vanno male a scuola, i sicliani siamo tutti uguali perchè tutti mafiosi io sono certo che la maggior parte della gente è brava gente che c'è chi come me lavora tanto per la famiglia, chi come me è stato giovane e anche se una cannetta ogni tanto la fai, poi a scuola mi sono diplomato con il max dei voti e all'università ci davo dentro di brutto, chi come me ha deciso di restare a gela perchè non vuole scappare, chi come tanti non è assolutamente un mafioso ma crede nei valori morali cattolici ed anche della politica, chi come tanti sa farsi una opinione di contenuto e di veridicità di un candidato, Io andrò a votare e voterò per chi spero si impegni veramente, e non voterò sicuro per chi fà inaugurazioni di case popolari che non ci sono o per chi trasforma l'ordinaria manutenzione delle strade in evento mediatico per dire felice questo l'ho fatto io. ecco, non è difficile farsi un' opinione.

Gianni Marchisciana ha detto...

Buongiorno peppet e benvenuto tra noi.
Quando dici (le dispiace se ci diamo del TU?) di non essere d'accordo con me deduco che sia per il post al quale stiamo commentando tutti e due. Forse ti sarà sfuggito che l'autore di quel post non è il sottoscritto bensì un altro (è scritto in fondo al post). In ogni caso mi trovi d'accordo col tuo pensiero: sono propenso anch'io a non generalizzare e a essere "costretto" a cercare una punta di buono tra il marciume che ci circonda ma, come avrai notato in molti altri casi, io qui do spazio anche a chi non la pensa come me, perchè è la differenza di idee che fa lievitare il dibattito sfociando poi in idee costruttive. Almeno questo è il mio/il nostro intento.
Ti ricordi il vcecchio motto "Non sono d'accordo con te ma mi batterò affinchè tu esponga le tue idee"...?
Tornando a noi, non credo che l'autore del post abbia così tanto deviato dalla verità, credo piuttosto che la sua seppur amara riflessione sia un monito e un invito verso tutti quei politici che hanno fatto benb poca politica in questo periodo di cambiamento, tutti quelli che hanno anteposto l'arte dell'apparire all'arte del proporre e, sinceramente, in molti punti mi trovo d'accordo su questo.
Il tuo commento, di contro, è uno specchio chiarissimo e apprezzo la tua sincerità: è vero, non sono/siamo tutti così e forse è giusto dargli un pò di fiducia, l'ennesima.
Sarà ben riposta? A breve la risposta...

mechanicalpeople ha detto...

Caro Gianni,
gentile sig. PeppeT,
ho l'impressione di essere stato frainteso.
Ho deciso di scrivere un post su questo blog proprio perché penso che le generalizzazioni (di cui il dibattito politico attuale si nutre) provochino un danno enorme alla costruzione del pensiero libero.
La mia riflessione intendeva mettere in evidenza come i messaggi veicolati dalla campagna elettorale risultano spesso banali e qualunquisti, incapaci di innescare un vero dibattito politico, ma incentrati sulla costruzione di un'immagine di "candidato vincente".
Ringrazio Gianni per la sua difesa, che non è d'ufficio, ma che nel suo generoso sforzo di interpretazione forse mette in evidenza un aspetto parziale del problema.
Ovvero il post non è - neanche letteralmente - rivolto ai politici, bensì agli elettori, come giustamente il sig. Peppet mette in evidenza.
Questi però non ha colto la mia parziale assoluzione dei politici, i quali sono in un certo senso indotti ad adottare tale strategia elettorale, probabilmente perché si trovano a rispondere a richieste private degli elettori e non stimolati a pronunciarsi su tematiche generali di vitale importanza per la nostra città.
Mi rassicura molto che lei si sia fatto un'opinione sui politici e credo che moltissimi gelesi se la siano fatta, ma il problema e trasformare queste opinioni in voti, senza lasciarsi lusingare da promesse o peggio farsi comprare da qualche briciola, eventualità che purtroppo, a Gela come in tutta la Sicilia, rischia di falsare ancora una volta il risultato delle elezioni.
Vi ringrazio per l'attenzione.

falco ha detto...

Scusate ma.. sembra di stare in un colleggio di Oxford, o peggio ancora in un asilo nido gestito da Mary Poppins: egregio di qua... caro di la... e che cazzo!
I nostri candidati ci stanno prendendo per il culo.. e noi qui a smarmellarci la bocca! BASTA!
Ma non capite che tutta la campagna elettorale di costoro è stata incentrata su quello che la gente vuole sentirsi dire??? sviluppo di qua... lavoro di la... una sicilia nuova (a me piace quella vecchia!) sono tutte frasi ad efetto... MA PRIVE DI CONTENUTO!
Hanno capito che ciò che fa contenti i gelesi è il miraggio di un lavoro... e se ne strafottono dei programmi politici!!! La campagna elettorale è imperneata su accordi con i porci grossi, con i loro tirapiedi che si ramificano fino ad arrivare all'ultimo disgraziato che disperatamente cerca di arrivare alla terza settimana del mese! Sanno bene che gli slogan, i programmi, le pianificazioni... A NESSUNO GLIENE PUO' FREGAR DI MENO! Abbiamo assistito all'arrogante braccio di ferro tra Donegani e Speziale, non entro in merito su chi dei due abbia sbagliato... MA IO MI SONO ROTTO LE PALLE DI VEDERE QUESTO QUI CHE ALLA QUINTA LEGISLATURA HA ANCORA L'ARROGANZA DI PRESENTARSI!
Vediamo i nostri politici tra la gente solo quando c'è una elezione... MAI PRIMA! MAI IN TEMPI NON SOSPETTI! E adesso siamo qui a farci reciprocamente sniffate di marmellata dicendo che non sono tutti uguali???
CAZZATE!
VOGLIO POLITICI CHE STIANO IN MEZZO ALLA GENTE (E NON IN PROSSIMITà DI ELEZIONI... TROPPO COMODO!), VOGLIO POLITICI CHE TI DICONO "NON C'è NESSUN POSTO DI LAVORO... MA TI PROMETTO SANGUE E SUDORE, SE VOGLIAMO CAMBIARE!"
IL FALSO PERBENISMO è PEGGIORE DELLA RETORICA!!!

Antonio ha detto...

Sono d'accordo con l'ultima parte del commento di falco.
Tutti i giorni assisto alla propaganda elettorale in tv dei nostri candidati e noto che hanno tutti la faccia... di non sapere cosa stanno dicendo!
Programmi? ...dove sono?
Qui si fa politica di collocamento, non di progettazione!
Denunciando la infima e offensiva legge elettorale non si giustifica la decisione di non andare a votare, ma poi leggiamo i nomi dei candidati e, sinceramente, facciamo fatica a non prenderci un giorno di ferie per andare a fare qualcosa di molto più importante, tipo mettersi le dita nel naso...
Capisco l'analisi di peppet e la sua caparbietà di voler vedere a tutti i costi il biccchiere mezzo pieno, e mi trova pienamente d'accordo, altrimenti saremo davvero senza speranza, e lamentarsi non servirebbe a nulla. La guerra? la rivoluzione? paradossalmente è lo scenario meno catastrofico...
La novità assoluta è che da quando la città viene amministrata in un certo modo, stiamo conoscendo un periodo florido di "facciata", e un periodo bui in verità. La politica oggi è spettacolo, nessuno politco FA NULLA SE PRIMA NON C'è NELLE VICINANZE UNA TELECAMERA! E ne sa qualcosa il nostro sindaco... Ben venga la lotta che sta attuando, ma non voglio che passi il messaggio che qualunque cosa si faccia si debbano chiamare tre televisioni e tre testate giornalistiche!
Una volta la politica si faceva in mezzo alla gente, adesso si fa dietro una telecamera... BASTA!
E basta lo dico soprattutto a quei mezzi di informazione che pur di far notizia, anzi, pur di accattivarsi le simpatie del potente di turno gli dedicano uno spazio enorme in tv anche solo per aver coperto una buca stradale!
VERGONATEVI!!!!
LA VERA INFORMAZIONE, L'INFORMAZIONE LIBERA E' SU INTERNET!
E QUESTO BLOG NE E' UN ESEMPIO!

peppet ha detto...

Credo che usare la buona educazione sia un ottimo ingrediente nel dialogo, perchè usare la parola cazzo o fottere o qualsiasi altro linguaggio poco consono a farsi capire, può interdire chi legge, farsi fottere dai politici caro falco è un problema tuo perchè evidentemente sarai come i tanti che sono prontissimi a criticare in maniera distruttiva e non mettersi mai in prima persona a proporre non aderendo a nessun movimento o partito politico, io trovo che gli spot che vanno in tv non siano tutti uguali ed il fatto che abbia già detto che a farsi un opinione della gente che è in lista basta molto poco come ha ricordato lei con quei nomi, le ricordo anche che il sindaco di gela ha avuto il 65% circa dei consensi elettorali facendo quello che continua ancora oggi a fare, cioè inaugurazioni e tagli di nastro per buche nella strada che vengono otturate, frà un pò ce lo ritroveremo a fare inaugurazioni del prospetto delle case che fanno i privati con sacrifici e dirà che è merito suo.. anche in quel caso ci sarà sempre qualcuno che ci crede, mi aspetto che prima o poi questi signorotti che come dice lei ci prendono per il culo vengano grazie allo strumento più potente che ha il popolo e cioè il diritto di voto, mandati a casa, perchè noi a farci prendere per il culo non ci stiamo, qualcuno che si fa vedere spesso tra la gente c'è, tra quelli candidati anche fuori dalle elezioni, che conducono una vita normale, che lavorano che giocano a calceccto che vanno al mare nelle spiagge libere, e che non mettono la giacca e la cravatta anche la sera di ferragosto per dimostrare cosa? se osservate attentamente ho notato che qualche gruppo disposto a buttare sudore si è intravisto, e questo credo che sia una novità per Gela,

Roberto ha detto...

Egregio signor peppet, non dia retta a falco, lui dice parolacce anche quando sbadiglia!
E' vero che ci sono dei politici che li trovi in mezzo alla gente anche lontano da elezioni politiche, e li trovi spesso in jeans e maglietta e nelle spiagge libere, il problema di questa gente è che è troppo legata ad altri politici con un po più di spessore. Si accontentano di vivere nell'ombra purchè gli venga dato un piccolo spazio di notorietà, un piccolo "giro" col quale poter condurre la loro vita politica per la città, con le proprie idee. Se solo avesse un pizzico di coraggio in più nel voler staccare quel cordone ombellicale che li unisce ancora a costoro magari adesso saremmo qui a parlare di tutt'altro.
Lontano dal volere essere una propaganda, almeno Donegani ha voluto contrapporsi a Speziale, che io definisco il Savonarola de nojaltri!
Federico è da tempo per le strade, da tempo forma un gruppo di giovani e parla con la gente, ma dovrebbe decidere cosa fare da grande, una volta per tutte!
Ascia credo sia stato messo in lista solo per contrastare i due del PD, e comunque è un ragazzo giovane con molta esperienza alle spalle.
Cirignotta ha anche lui esperienza alle spalle ma sinceramente dall'espressione che ha quando parla sembra non ci creda nemmeno lui a cosa sta dicendo, ciò non toglie che è una espressione alquanto nuova nel panorama politico.
Di Tavi, beh ha dalla sua la carica dirigenziale che ricopre, ricoperta anche durante la fase di transizione dalla fase statale alla fas privata, ma di esperienza politca non credo possa vantarne.
Questi sono i nostri candidati.
Per dirla alla maniera così tanto cara a Gianni... "Ai posteri l'ardua sentenza"!

mechanicalpeople ha detto...

Spero che tutti voi intervenuti conveniate con me che ad alimentare il sistema clientelare è soprattutto l'alto tasso di disoccupazione che purtroppo ci opprime. Difatti, mettendosi nei panni di un giovane senza lavoro, si scopre facilmente che le alternative che gli si aprono davanti sono sostanzialmente due: la prima - che è quella spesso scelta dai più coraggiosi e onesti - è quella di andare via, la seconda è quella di aderire a una confraternita criminale più o meno violenta.
Così, mentre la nostra gioventù più sana cerca lavoro in tutto il mondo, una crescente criminalità soffoca l'impresa, la corruzione diffusa scoraggia gli investimenti e l'economia sempre più depressa non produce né sviluppo né nuova occupazione.
Per cui niente lavoro per i giovani e tutto ricomincia da capo.
Per interrompere questa perversa meccanica purtroppo non basta intervenire solamente su uno degli anelli della catena.

Rosario Crocetta ad esempio ha pensato di poter debellare la criminalità e spezzare quindi l'anello più duro. La sua strategia è sconfiggere la mafia attraverso una campagna di sensibilizzazione e di denuncia, con l'obiettivo di spezzare il silenzio, chiamando le cose con il loro nome, richiamando tutti alla legalità su tutto e prima di tutto.
La campagna però non ha avuto i risultati sperati, poiché avendo di fronte lo spettro della fame, i mafiosi - e i loro sostenitori - non si sono certo redenti! Così gli effetti di questo, pur apprezzabile, lavoro hanno finito per rivolgersi prevalentemente all'esterno della città, all'interno invece tutto è rimasto al suo posto.
Il suo errore è stato forse quello di non accompagnare alla sua lotta un'azione politica finalizzata all'attrazione di investimenti e alla creazione di posti di lavoro.

Così mentre le cose vanno come vanno, anche il fenomeno politico-mediatico del super sindaco antimafia, da lui costruito con tanta meticolosità, non essendo alimentato da reali successi sul campo, non ha raggiunto, con suo e nostro grande rammarico, la credibilità necessaria a far fare al nostro caro sindaco il salto di qualità che ce lo avrebbe definitivamente portato via.

Franco ha detto...

A me sembra che tu stia spolverando un po la giacca del sindaco. Mi sembra che così tu perda di obiettività, quella stessa obiettività che dovrebbero avere i giovani onesti che come dici tu hanno il dovere di spezzare la catena.
Questa discussione si sta incentrando prevalentemente sulla questione della lotta alla legalità, il sondaggio lanciato proprio da questo blog indica che LA GENTE E' STANCA DI SENTIR PARLARE DI QUESTA LOTTA! PERCHE' QUESTA LOTTA HA OSCURATO ALTRI PROBLEMI DI GELA! E non mi si venga a dire che l'antimafia sta alla base di tutto! E' vero, ma come dici tu, la nostra città ci ha perso, non ci ha guadagnato!
PER FAVORE, NON PARLIAMO ANCHE QUI DI ANTIMAFIA!
Il post indicava un'altra strada...

Romina ha detto...

X peppet: sono d'accordo con parte di ciò che hai scritto, tutti siamo stati ragazzi e tutti, o quasi tutti, ci siamo fatti una cannetta. La nostra forze che ci ha tirati fuori dal gorgo giovanile fatto di griffe, di aperitivi, di inseguimenti al politico/ufficio di collocamento adesso ci sostengono in questo ginepraio di politici, di candidati, di programmi (mancanti) e di slogan senza senso e, aggiungo, offensivi! Ma il messaggio di questo post è un'altro, il messaggio infondo cela una seppur debole fiducia in chi in politica sta spendendo la propria persona non per dimostrare di essere il più forte ma per amore per questa terra. Chi sono costoro non è difficile capirlo. Il difficile da capire è se la gente ha ancora abbastanza forza e convinzione da "spendere" minuti del proprio tempo per andare a votare o scegliere di lasciarsi portare dalla corrente come una zattera alla deriva. Purtroppo, temo di sapere quale sia la risposta.

Giusy ha detto...

Certo che scrivere un post come questo qui... e non firmarsi, proprio da mechanical people che ha fatto tutto quel casino sul fatto che Gianni non abbia fatto i nomi dei politici... BELLA FORZA!!!
Comodo dire agli agli altri di fare controinformazione chiara e precisa quando ci si firma con Ass. Cult. Mechanical People!
SI PREDICA BENE MA SI RAZZOLA MALE!
Onore a Gianni che in questo suo progetto ci mette il suo nome, oltre che la sua faccia!

Giusy ha detto...

X peppet: io ero per il non voto, ma ho cambiato idea. La convinzione gia germogliava in me, ma il tuo commento mi ha definitivamente convinta.
Almeno per le regionali voterò, per le nazionali... cito una frase di Gianni in uno dei suoi post più belli: "non voglio farmi trattare come quei pupi siciliani di cui altri muovono i fili"!

francesca ha detto...

Giusy(lo dico a te come agli altri!), nn riprendiamo il discorso del firmarsi, dell'anonimo, tanto possiamo mettere tutti i nomi che vogliamo(ciccio giovanni pippo etc ect) ma qui solo il nome di gianni può essere associato ad una faccia ed ad una persona!!Non so se mi spiego.. Si rischia di nn far partecipare alle discussioni anche quelli che vogliono dire la loro così come ospiti del blog e basta. E' vero che la vera informazione ormai si trova solo su internet, ma è anche vero che nn possiamo fare a meno delle tv dei mezzi di "comunicazione.. "!Sta allo spirito critico di ognuno di noi saper discriminare tra le bufale troppo evidenti e quelle meno evidenti...Tra le mezze verità o le falsità! Sia lo spendersi tra la gente sia il partecipare a dei programmi radiofonici o televisivi, sia apparire sui giornali sono tutti strumenti che a mio parere bisogna sfruttare cercando di nn farsi sfruttare. Fatte queste due riflessioni, adesso volevo chiedere a Mec di spiegarmi meglio il suo pensiero,mi interessa davvero tanto capire! Sul serio nn voglio fare ironia o apparire troppo polemica.Perchè Mec, sembri essere una persona capace di spirito critico e vorrei confrontarmi con te e ovviamente con tutti voi. Vengo al dunque. Vorrei capire se davvero pensi che tutti i giovani che restano al sud siano disonesti e fifoni!!E che per sistemarsi hanno solo il canale delle confraternite criminali più o meno violente(temo di nn capire il riferimento...).A breve anche per me si presenterà il problema del dovermi chiedere "vado o resto?" Sicuramente il mio grande CORAGGIO mi detterà di provare a restare. Troverò, come hanno fatto tanti miei colleghi,(riuscendoci tra l'altro!) il coraggio di perseverare per poter farsi notare finalmente da qualcuno che accorgendosi delle tue qualità e competenze ti farà lavorare, magari dovrai accontentarti di 500 euro in meno, ma ognuno decide per se quali siano le priorità da scegliere.Scusami ma nn sono per niente d'accordo, forse quella della disonestà è solo la realtà che hai visto tu ,andandotene probabilmente troppo presto dal tuo paese senza neanche aver tentato di giocare la tua carta onesta. Ma il punto nn è solo questo.Il fatto è anche che nn mi sento di criticare quei poveracci che nn potendo arrivare neanche alla terza sett. del mese cercano in tutti i modi un aiutino, una piccola spintarella ect ect. Non certo perchè reputo che sia giusto, ma per il semplice fatto che questo sistema nn l'hanno certo creato i cittadini, bensì i politici che nn riuscendo e nn avendo le capacità per migliorare il loro paese, per creare vere e concrete opportunità per i giovani e anche per i meno giovani,hanno da sempre fatto leva sul punto più debole di ognuno e cioè il dover CAMPARE O anche il nn voler essere SFRUTTATO. E' normale(e nn giusto )che si sia creato poi un circolo vizioso di gente che chiede per se e nn per la colletività.Una volta che i politici ti promettono favori personali pur di essere votati nn essendo capaci di altro....
Il punto è che chi se ne va (tanto di cappello anche a loro per carità..!)spesso però lo fa anche perchè ha delle competenze nn spendibili nel proprio paese e questo perchè, diciamoci la verità, la sicilia è sempre stata trascurata da tutti anche dai suoi stessi abitanti!!Il punto è anche un'altro ancora e cioè che i favoritismi, i baronati nelle università ad es., etc. ci sono sempre stati anche al nord!!Sono solo meno evidenti, perchè ci sono più opportunità anche per gli altri visto che probabilmente qlc.no nella notte dei tempi lavorò meglio sul proprio territorio, per la propria gente e per se stesso. Ti assicuro che vale dappertutto il detto "trovarsi al posto giusto al momento giusto". Alcuni tra i più fortunati si son trovati nel posto giusto al momento giusto anche nella loro città in sicilia, in piccole realtà, e si son sistemati senza ricatti e azioni criminose...Penso che le etichette nn piacciano a nessuno, tanto meno a te Mec, quindi nn buttiamoci ancora la zappa sui piedi piangendo sul latte versato mentre cerchiamo di capire quale sia la strada migliore per risollevare i nostri luoghi dal baratro in cui qlc.no(anche noi stessi) li ha fatti cadere.Tante volte si sente gente del sud che fuori parla male dei luoghi dove lui stesso è nato e cresciuto.Ma cavolo, chi dovrebbe venire ad investire, chi dovrebbe avere il coraggio di risollevare la situazione se siamo noi i primi a screditarci? Spero vogliate rendere pubbliche qui anche le vostre riflessioni su questo mio modesto parere.ciao a tutti

Giusy ha detto...

X francesca: scusa ma essendo la prima volta che tu scrivi qui, non capisco cosa vuol dire quel "non riprendiamo quel discorso".
In ogni caso sono d'accordo con te sul fatto che un nome... è un nome, ma almeno quando si scrive un post bisognerebbe avere il buon senso di firmarsi con il nome, come ha fatto vinkland (Vincenzo Peritore) e come ha fatto il prof. Antonio Cantaro.
Almeno se si decide di scrivere un post...credo sia il minimo.
Ma forse sono fuori strada io, perchè questo lo dovrebbe decidere Gianni.
Per il resto, cara Francesca, sono d'accordo con te.
Ah, dimenticavo, benvenuta tra noi.

falco ha detto...

X peppet: il mio intervento era dettato dall'ira e dal senso di impotenza chi mi pervade. Mi scuso se ho usato un linguaggio "da strada", ma le cose le chiamo con il loro nome". Togliendo tutte le parolacce, rimane il concetto che volevo esprimere, e quello mi sembra sia chiaro. Mi scuso ancora con chi possa trovare questo linguaggio volgare, ma volgare lo è proprio perchè... del volgo!
Buona giornata

fraffa ha detto...

scusami giusy, ho sbagliato io sono fraffa,sono entrata con il mio secondo account che nn uso in questo blog senza essermene accorta...

prozac ha detto...

Noto con piacere che molti dei blogger che scrivono qui hanno uno spirito di rinnovamento e tanta volontà nel voler cambiare il sistema. Però mi sa che abbiamo ancora molto da fare, perché i nostri DIPENDENTI in fondo non riusciamo a LICENZIARLI. Si infatti lo sconcio che la politica ha creato intorno a se, a fatto si che chi veramente ha idee nuove, spirito di chiarezza, stia sempre più lontano dai banchi della politica, causando un disinteresse collettivo evidenziato anche dalla scarsa partecipazione di votanti.
(Ecco perche andrò a votare). Ma accade che la maggior parte delle facce che in questi giorni vediamo sui muri di tutta la nostra città, non sono altro che volti NOTI, altri molto NOTI o meglio visti e RIVISTI. Ecco che sorge il problema. Come si fa a cambiare? Bhe è evidente che ancora molto c’e’ da fare, perché questa gente, vecchia, ha una concezione della politica che ormai conosciamo bene, ma che di sicuro non ci sta più bene, quindi indipendentemente dal fatto che il nostro voto sarà dato a destra o a sinistra, molto sicuramente saliranno al potere delle persone che ragionano in un certo modo che non è il nostro. Ci resta soltanto la possibilità di farci sentire con tutta la nostra forza, soprattutto dopo che saranno saliti al potere, con ogni mezzo disponibile, tra cui uno di questi è sicuramente un blog come questo, che riesce a mettersi in risalto non soltanto su internet ma anche sui giornali e le televisioni. Solo lottando per imporre le nostre idee e far capire qual è la strada giusta da percorrere, che possiamo sentirci soddisfatti della politica. Chi l’ha detto che la politica la deve fare solo chi è riuscito ad avere più voti. La vera politica la dobbiamo fare noi, spingendo le nostre idee, e sottoponendole ai politici di turno, che se vedranno idee o proposte condivise da numerosi cittadini, non potranno fare altro che ascoltare. Forse e ripeto forse, solo così si riuscirà a far riavvicinare alla politica gente capace, onesta e con idee veramente nuove. Il vero lavoro da intraprendere, secondo me, inizia dopo il risultato elettorale.

Anco_Marzio ha detto...

Secondo me, possiamo fare tutti i discorsi che vogliamo, ma alla fine la conclusione è sempre la stessa, ovvero, ci si dimentica troppo facilmente del passato (in questo caso recente)!!
... tanto x fare qualke esempio, un Casini, che fino a qualche mese fà era pappa e ciccia con Berlusca, e che ora non fà altro che buttargli fango, corrono separati alle politiche e uniti alle regionali...ma veramente credono che tutti i cittadini siano cosi' stupidi?? un Veltroni che mi candida Crisafulli, (per chi non lo conoscesse, basta farsi un giro su internet e capire chi è Crisafulli) e che pur essendo nella politica da tempo, mi parla di Nuovo.. ma siamo veramente( mi scuso di plagio con FALCO ;) ) rincoglionati??
Alle scorse elezioni, il centrosx, aveva impostato la campagna elettorale sul conflitto d'interessi, sono andati al governo e cosa han fatto...l'indulto!
sul centrodx, diciamo, che ricordare episodi avversi è come sparare alla croce rossa...
Qua, non si tratta nè di essere qualunquisti, nè di dire "è facile dare la colpa",nè di "sparare a zero", qua si tratta solamente di riuscire ad aprire gli occhi, anche in dormiveglia, e avere l'amara costatazione che tutta la classe politica (chi più, chi meno, ma cmq tutti hanno contribuito) ci stà affossando giorno dopo giorno.. MECH ha evidenziato ciò che molti dovrebbero essere in grado di vedere coi propri occhi, a Gela esiste solo la politica del clientelismo, si vota solo con la speranza di avere qualcosa in cambio, qualcosa che in tempi di non elezioni, sarebbe + complicato chiedere..
La scorsa settimana, sono andato a giocare 1 partita di calcetto, c'erano ragazzi di 18-19 anni che parlavano di approfittare di questo momento x cercare di ottenere 1 racomandazione, visto che ci sono le elezioni, anche perchè i loro genitori già si eran dati da fare in questo modo e giustamente anche loro seguono il meccanismo.. purtroppo è 1 mentalità radicata, guardate che nelle aziende, i proprietari fanno le adunate coi propri operai per cercare voti a dx e manca..
Purtroppo la situazione è nera dalle nostre parti, e non me la sento di criticare questa gente, che col voto, crede di avere 1 arma x chiedere qualcosa, ma x favore non venitemi a dire che a Gela esistono politici nel senso nobile del termine, perchè al solo pensiero mi viene l'orticaria.
Io voterò solo per le regionali, solo perchè c'è veramente un candidato nuovo (SONIA ALFANO), ed anche se amici o colleghi mi dicono che il mio voto servirà a poco, io avrò la coscienza a posto, perchè se tutti continuiamo a pensarla cosi', non faremo altro che adeguarci a loro, e sinceramente a me non và di scegliere se buttarmi dal sesto o dal nono piano, xkè sicuramnte mi farò male lo stesso!

Antonio ha detto...

Veritiera l'analisi di Francesca, coerente l'analisi di prozac, molto "tecnica" e fotografica l'analisi di Anco Marzio.
Io lavoro presso un'azienda a Gela, e, come detto da Anco Marzio, proprio ieri è venuto un candidato "accompagnato" dal datore di lavoro che distribuiva strette di mano a tutti, e poi ci ha riuniti in una sala comune dove ci ha impapocchiato delle sue caxxate! Molti dei miei colleghi seguono Speziale (chi se ne frega, io lo dico!) perchè lo ritengono l'unico potente che può assicurargli un posto migliore, ma dimenticano che posti così costui ne ha promessi almeno un centinaio! Ma quanti caxxo di posti di lavoro ci sono a Gela??!! Amici carissimi invece sono coricati dalla parte di Donegani perchè dicono sia il dopo Speziale, spero non lo sia anche nei modi, ma anche qui vedono gente come Gangarossa e altri che non sono altri che degli accattoni della politica! Altri sono dalla parte di Federico che, dicono, rappresenta l'espressione più vicina alla gente, ma l'avete mai sentito parlare???? è improponibile!!!
Condivido la scelta di Anco Marzio di votare solo per le regionali, E TUTTI DOVREMMO FARE COSI', VISTO CHE PER LE NAZIONALI CI HANNO "DERUBATO" DI POLITICI SICILIANI!!!!!!!!!!!!!!!
E VISTO CHE QUESTA LEGGE ELETTORALE E' UN'OFFESA PER TUTTI QUELLI CHE HANNO UN BRICIOLO DI INTELLIGENZA!!!!!
Infine una risposta ad Anco Marzio che si chiedeva se esistono politici nobili a Gela: si esistono... E SIAMO NOI!!!
NON SOTTOVALUTIAMOCI...

peppet ha detto...

Sto notando con piacere che si stanno rilasciando delle opinioni dettagliate, questo và in risposta a quelli che pensano che non abbiamo più nè idee nè fiducia, mi piace sottolineare il fatto che su molti candidati la penso come voi, quindi diventerebbe superfluo rimarcare quello che penso, tranne in due casi, visto che sui candidati del PD, ragazzi, stendiamo veramente un velo pietoso, altro che nuovo che avanza. Vi voglio dire invece che su Ascia ho sensazioni positive, anche se avendo visto il comizio e vedendo chi era sul palco con lui, mi viene da vomitare, mi sorge il dubbio, e se questi lo pilotano? mmmmh. mi sa che lo pilotano! su Federico invece sono fiducioso vedo tanta gente fresca attorno a lui, gente veramente giovane ed in risposta ad Antonio, forse non avrà una dialettica perfetta ma è sicuramente diverso da chi fà uso dei ghirigori per prendere per i fondelli la gente, perchè mi sono informato e lui anzichè stare ad affinare l'arte oratoria ha prima studiato medicina poi si è specializzato ed infine lavora tantissimo, e sappiamo tutti che quando si studia sul serio non stai a chiacchierare nelle piazze, signori miei questo è un tipo che mi piace e lo voterò sicuramente

falco ha detto...

Informati meglio sulla "presunta" specializzazione di Federico (troverai una bella sorpresa!).
Detto questo, credo che qui si faccia molta "dichiarazione di voto": bene, mi ci tuffo anch'io!
Dici che nel Pd non c'è niente di nuovo? forse ti riferisci a Speziale, ma non di certo a Donegani, visto che vuole proprio "togliere di mezzo" il "non nuovo" rappresentato da Speziale! Io vedo Donegani constantemente circondato da facce nuove, da imprenditori a professionisti, e da qualche faccia nota al panorama politico locale.
E poi, se vogliamo parlare di nuovo bisogna citare solo ed esclusivamente Di Tavi! Non credi, peppet?
Sono uno di quelli che ancora oggi, a 5 giorni dal voto, è fortemente indeciso su chi votare, credo che scioglierò la mia riserva solo nella serata di venerdì quando assisterò a TUTTI i comizi di chiusura della campagna elettorale. Naturalmente ciò non vale per le politiche, alle quali ho da tempo sposato la linea di Gianni di non farmi trattare come un pupo siciliano.
A parte l'introduzione su Federico (ti consiglio davvero di informarti sulla sua "presunta" specializzazione...) c'è da dire che lui si prodiga molto a stare in mezzo alla gente, anche in tempi non sospetti.
Per il resto, noi stiamo qui a discutere, ma la maggior parte dei giochi, come ho già detto nel mio precedente commento, lo decidono i "porci grossi".
Illudiamoci, gente, illudiamoci...

fraffa ha detto...

Caro anco marzio io son d'accordo con te! é vero che se continuiamo a pensare di dare il voto solo a chi ce la può fare nn arriveremo mai da nessuna parte, però è anche vero che si deve essere un pò più realisti(senza offesa!). A me personalmente la presenza di sonia alfano e di altri candidati minori qui in sicilia nn mi piace, ma nn perchè sono contro i volti freschi e giovani, ma solo perchè secondo me si disperdono voti da dare alla finocchiaro! Io credo che chi nn vuole un altro cuffaro presidente... debba cercare di far salire chi ha un elettorato che può competere con quello di lombardo e convogliare le forze, nn disperderle.Del resto la finocchiaro sembra una donna in gamba, è un magistrato con una carriera illustre!!Ultimamente sembra spenta, ma probabilmente perchè nn fa altro che sentire che tanto nn ce la farà mai contro uno che si sente già vittorioso in partenza. Forse è vero, forse anch'io mi sto illudendo...ma cerchiamo di dare uno scossone!! Cerchiamo di unire le forze, nn disperdiamole!! Io adoro beppe grillo, ma come comico!! Lui sicuramente è rimasto a fare il comico, ma nn è giusto che si schieri così nei comizi per strada e nelle interviste! Che abbia il coraggio di dire anche lui "convogliamo le forze" perlomeno verso il male minore se si vuole parlare in questi termini. ciao

Giusy ha detto...

Secondo me Grillo ha perso credibilità...
Sono d'accordo con fraffa, nient'altro da aggiungere!

Anco_Marzio ha detto...

Infatti, io non la penso come te, sul fatto di disperdere il voto, o di votare il meno peggio.. chi vota il meno peggio, legittima quest'ultimo.
Se continuiamo a pensarla come hai scritto tu, non cambierà mai niente!
Cara Fraffa, visto che x te Grillo è da evitare xkè ha la "colpa" di essere un comico (anche se la stragrande maggioranza dei politici, fà ridere molto di +)vatti a leggere il programma della ALFANO (www.soniapresidente.net)e dopo discutiamo sulle idee politiche.
Io non voto come ho detto prima, scegliendo di buttarmi dal 9° piano(Lombardo) o dal 6° (Finocchiaro), perchè rischio di farmi male ugualmente!
Io voto x qualcuno che reputo il migliore, altrimenti scheda nulla!
La Finocchiaro, anche x me rimane una donna in gamba, ma purtroppo anche lei fà parte di quel sistema che non lascia spazio alcuno, nemmeno a donne intraprendenti come lei, lo stesso sistema che ci sta portando alla rovina. Nel suo partito c'è gente, che definire collusa è poco, sai chi è Mirello Crisafulli?
Oggi abbiamo finalmente la possibilità di votare veramente qualcosa di nuovo, ed anche se x "gli altri" sono solo voti persi,sono dell'idea che ogni cittadino siciliano, onesto debba avere il coraggio di togliersi le fette di salame dagli occhi e guardare in faccia la realtà.
Non voterò nessun candidato Gelese, nessuno alle politiche, ma solo ed esclusivamente Sonia Presidente.
Prima di rispondermi, leggiti il suo programma, poi giudichi.

peppet ha detto...

per antonio, ho avuto modo di constatare il percorso degli studi di specializzazione e mi dispiace per te ma è tutto autentico. non so se tu abbia frequentato la stessa università del tuo amato michelle, visto che mettere in dubbio gli studi altrui quando vengono fatti invece con sacrificio è una bestemmia enorme. Avendo vissuto l'università ed essendomi laureato in maniera seria, so cosa significa sacrificio e a federico lo conoscevo già dai tempi dell'università, come persona laboriosa e capace, coscome ascia o come cirignotta o come altri che in questo momento fanno politica ed hanno conseguito lauree serie.

fraffa ha detto...

Mi dispiace anco marzio, ma io nn ho i salami negli occhi...cerco anzi di essere più realista possibile!!Mi dispiace deluderti ma io sonia alfano l'ho seguita forse anche più di te, sono stata anche al comizio che ha fatto a ct ho visto i video su youtube e in effetti è esaltante il suo programma, si vede che crede a ciò che dice! Ma amaramente devo dire che bisogna stare con i piedi per terra! Sai perchè cmq sonia alfano nn ce la farà? Noi possiamo unirci tutti quanti, ma ce la faranno sempre le persone che fanno politica da anni, perchè purtroppo hanno creato una schiera di seguaci fedelissimi che lavorano come matti!!E anche se la finocchiaro verrà manipolata io mi sentirei di farla provare,credo che c'è un limite a tutto. mentre lombardo continuerà lo schifo che cuffaro ha iniziato... o forse mentre la finocchiaro dovrà scendere a qualche compromesso, lombardo nn ne avrà bisogno..è lui che muove i fili..! Supponiamo poi che l'Alfano salga.La faranno lavorare? Mah...Poveri illusi, possiamo avere le coscienze pulite, ma sempre in mezzo alla m. saremo...e io rimango dell'idea che meglio cadere dal 6° piano che dal 9°.Poi ovviamente il tuo pensiero è rispettabilissimo,mi va anche bene che lo scossone al futuro presidente di dx arrivi con dei voti dispersi alla finocchiaro, all'Alfano etc etc tanto possiamo iniziare a fargli i complimenti ed a chiamarlo presidente!Chi vivrà vedrà.
Per quanto riguarda Grillo, secondo me deve continuare a scuotere le coscienze come ha sempre fatto anche quando tantissimi anni fa parlava male della rete...nel senso che lui come tutti fa il suo mestiere, sia i comici che i politici cercano consensi! Fanno ridere entrambe le categorie sicuramente! Grillo per me rimane cmq quel comico che più degli altri mi ha aperto gli occhi e fatto riflettere sulla realtà dei fatti e nn solo per quel che riguarda i personaggi politici, ma per tanti e tanti altri argomenti da lui trattati.

peppet ha detto...

mi scusi antonio ma il mio pst era per falco

falco ha detto...

Ok peppet, è come dici tu, Federico si è davvero specializzato... ma c'è una cosa che ti invidio, è la tua appassionata e scanzonata "appartenenza" alla politica di Federico! E te lo dico non per prenderti in giro, anzi, ti dico davvero, forse perchè tu così dimostri di avere le idee chiare su chi votare, mentre io aspetterò fino all'ultimo... beato te! Spero tu faccia la scelta giusta, e spereo la faccia pure io.

Anco_Marzio ha detto...

X FRAFFA:
Rispetto il tuo pensiero, ma non lo condivido perchè se no dovrei chiedere di far cambiare il titolo di una famosa canzone alla mia artista preferita ..COLLUSA E FELICE!!
Detto ciò, ti spiego xkè ho 1 posizione diversa dalla tua: perchè finora, da quando sono andato a votare, ho scelto sempre il meno peggio, proprio facendo il tuo stesso ragionamento (non far disperdere voti), ma aimè ho potuto costatare che anche quando il mio "meno peggio" ha vinto, la situazione non è cambiata perchè purtroppo l'intero sistema politco è marcio.
Quindi, sono arrivato alla conclusione che se non comincio a votare per chi credo, non otterrò mai nulla di buono e onestamente se mi butto anche dal terzo piano (tanto x non esagerare) rischio di farmi male tantissimo lo stesso.
IO SCELGO DI NON BUTTARMI, POI SE QUALCUNO VORRà SPINGERMI VEDRò DI DIFENDERMI!
Questo è il mio pensiero (strettamente personale e quindi più o meno condivisibile).

VINKLAND ha detto...

UNA PICCOLA RIFLESSIONE che mi è stata suggerita da una mia amica palermitana: la scelta della data del 13 aprile per il voto in alternativa a quella del 6 di aprile può apparire casuale ma non lo è affatto: se fossimo andati al voto il 6 aprile, infatti, i parlamentari alla prima legislatura non rieletti non avrebbero maturato la pensione; votando invece come stabilito dal Consiglio dei Ministri il 13 aprile, ovvero una settimana dopo, questi parlamentari acquisiranno la pensione. "E poi parlano di voler fare l'election day per ridurre i costi della politica! Ben altri saranno i costi di queste pensioni, non solo in meri termini quantitativi, ma anche per il messaggio dato al Paese, perché questo è il tipico esempio di come fatta la legge viene subito trovato l'inganno".

MORALE DELLA FAVOLA 300.000.000 DI COSTI PER QUESTA GENTACCIA CHE DOPO
POCHISSIMI MESI SENZA FAR NULLA GIA' HA UNA PENSIONE DI PLATINO ALLA FACCIA DI QUEI PENSIONATI (E NON SOLO ALLA LORO) CHE DOPO UNA VITA DI LAVORO ADESSO PER MANGIARE RACCATTANO LA VERDURA RIMASTA A TERRA NEI MERCATI.
"FORSE" PER LE POLITICHE CAMBIERA' QUALCOSA: LE BANDIERE AL GOVERNO. "CERTAMENTE" PER GLI ITALIANI NON CAMBIERA' UNA MAZZA. IDEM IN SICILIA: PER ME E' UNA SOFFERENZA PENSARE CHE SALIRA' LOMBARDO PERCHE' E' CHIARO CHE SARA' UN CONTINUUM DEL GOVERNO CUFFARO. ED AI SICILIANI TOCCHERA' ANCORA UNA VOLTA RASSEGNARSI (che tristezza) ALLO SQUALLORE (e allo squalo-re) DELLA TRADIZIONE POLITICA REGIONALE. CHE SCHIFO!

UN PICCOLO SUGGERIMENTO: COME VOTARE, SE NESSUN POLITICO VI RAPPRESENTA?

*Per tutti coloro che non vogliono andare a votare o che annulleranno la
scheda...*

E' importante sapere che si vota scheda bianca o nulla perchè non ci si sente rappresentati da nessun partito, in realtà, si favorisce il partito
con più voti.

Infatti (vedere REGOLAMENTI PER IL CALCOLO DEL PREMIO DI MAGGIORANZA)
anche i voti bianchi o nulli entrano nel calcolo del premio di maggioranza, favorendo chi ha preso più voti.

Il miglior sistema da usare se non si vuole esprimere NESSUNA preferenza è il seguente:

1) ANDARE A VOTARE, PRESENTARSI CON I DOCUMENTI + TESSERA ELETTORALE E FARSI VIDIMARE LA SCHEDA;

2) ESERCITARE IL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA (DOPO VIDIMATA), dicendo: 'Rifiuto la scheda per protesta, e chiedo che sia verbalizzato'

3) PRETENDERE CHE VENGA VERBALIZZATO IL RIFIUTO DELLA SCHEDA;

4) ESERCITARE IL PROPRIO DIRITTO DI METTERE A VERBALE UN COMMENTO CHE GIUSTIFICHI IL RIFIUTO (ad esempio 'Nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta')

Di seguito i riferimenti legali. Tutto si basa su un uso 'puntiglioso'
- Art. 104 - Par. 5 5) Il segretario dell'Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di allegarvi proteste o reclami di elettori
è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000.


COSI' FACENDO NON VOTERETE, ED EVITERETE CHE IL VOTO NULLO O BIANCO SIA CONTEGGIATO COME QUOTA PREMIO PER IL PARTITO CON PIU' VOTI.

X ANCO MARZIO: IO LA PENSO ESATTAMENTE COME TE. E M'INKAZZO DI BRUTTO QUANDO MI RENDO CONTO CHE MOLTI NON CAPISCONO O NON VOGLIONO CAPIRE QUANTO IL PROPRIO VOTO SIA IMPORTANTE PER IL FUTURO DELLA NOSTRA TERRA. E' UNO DEI POCHI STRUMENTI CHE ABBIAMO A DISPOSIZIONE PER CAMBIARE LE COSE, MA SPESSO NON SAPPIAMO ADOPERARLO. E' PARADOSSALE MA E' COSI'. VOGLIAMO CERCARE DI METTERE FINE A QUESTO SCHIFO??? BASTA CON QUESTI GIOCHI DI POTERE! POTREMMO FRENARLI SE SOLO LO VOLESSIMO! ...BASTA! DIAMO IL NOSTRO VOTO A CHI PENSIAMO POSSA VERAMENTE OPERARE UN CAMBIAMENTO, OPPURE NON DIAMOLO A NESSUNO.

Gianni Marchisciana ha detto...

A conferma di quanto detto da Vinkland (tutto vero!), ho linkato il sito relativo di fianco (subito sotto il contatore visite).

fraffa ha detto...

scusate ragazzi ma siete dei poveri illusi e mi dispiace dirlo!! Non si cambiamo certo così le cose, Tutti abbiamo dei valori e siamo capaci di fare la morale...ma in guerra i valori nn servono...Perchè se nn ve ne siete accorti ci stanno attaccando!Avete visto gkli spot della lega nord (più lontani da roma più vicini a te...) o quello di berlusca con il ragazzino che canta meno male che silvio c'è..CHE RIDERE!! O meglio mi vien da piangere..Qui nn avete capito che bisogna essere realisti e prendere in mano la situazione nn sognare e sognare...Volete che salga nuovamente la dx, bene contenti voi...così avverrà, perchè siamo in guerra e stanno giocando sporco e si fanno una risata vedendo che a sx nn riusciranno mai a governare come si deve perchè nn son capaci di unire le forze.Cmq vinkland tra il disperdere voti o come ci hai suggerito nn dare alcuna preferenza c'è una bella differenza! Magari riuscissimo ad unire le forze e a fermarli annullando tutti i nostri voti così come ci hai spiegato tu.Qusto si che sarebbe un duro colpo!!Peccato che queste proposte serie rimangano sempre nascoste e "privilegio per pochi".Sapeste che soddisfazione poter far sapere attraverso le tv nazionali a tutti che avrebbero questa possibilità.
Perchè, visto che è così bravo in questo, nn si propone a grillo di aiutarci a far conoscere quest'arma che abbiamo a tutti!! A già lui è stato impegnato a fare la campagna elettorale a Sinia Alfano... Questo si che sarebbe un modo per frenare tutto questo schifo!

VINKLAND ha detto...

E' vero Fraffa che questo tipo di informazioni sono privilegio per pochi, come è vero che chi è deputato a parlarne non lo fa (...altro che democrazia...), ma anche noi possiamo fare qualcosa per divulgarle, farle girare quanto più possibile. Penso che ognuno di noi abbia una rete di contatti non indifferente, e allora forza ragazzi, illustriamo a tutti i nostri amici e parenti questa interessante alternativa alla dispersione di voti! E riflettiamo sul fatto che NOI STESSI potremmo votare come sopra esposto. Anche riuscire a "razionalizzare" 100 voti sarebbe già un risultato! PERCHE' ANCHE 100 VOTI POSSONO FARE LA DIFFERENZA, LA "BELLA DIFFERENZA" DI CUI PARLI TU. PENSIAMOCI SERIAMENTE!